Archivi tag: vendite online

facebook annunci multi-prodotto

Come aumentare la visibilità del tuo sito web con Facebook e gli annunci multi-prodotto

Gli annunci multi-prodotto di Facebook sono una delle nuove opzioni utilizzabili per incrementare il traffico di un sito web. Facebook ha lanciato l’opzione degli annunci multi-prodotto nel 2014 e, per l’Europa, nel 2015.

Si tratta di annunci di Facebook a pagamento che si presentano come una vetrina di prodotti distinti, ognuno dotato della propria foto, descrizione e bottone per il click. Cliccando in corrispondenza di uno dei prodotti “in vetrina”, si atterra sul punto del sito dove poter acquistare il prodotto raffigurato. L’opzione dell’annuncio multi-prodotto è disponibile su Facebook, sia per desktop, che per dispositivi mobili.

La soluzione dell’annuncio multi-prodotto è stata ideata da Facebook per favorire la promozione delle vendite online. Pensiamo ad un negozio di abbigliamento, di scarpe o borse che voglia farsi pubblicità: esso potrà scegliere l’annuncio multi-prodotto Facebook, proponendo più articoli con relativo prezzo e descrizione, rimandando i potenziali interessati direttamente alla pagina acquisti. Gli annunci multi-prodotto, in sostanza, sono la “risposta” di Facebook a Google Shopping. Inoltre, l’annuncio multi-prodotto è stato pensato principalmente per il remarketing e quindi per essere visualizzato nelle news feed di Facebook (quegli annunci che appaiono nel profilo) da un pubblico selezionato di utenti che hanno già visitato il sito web da promuovere.
Ma c’è di più. Noi di #Agapeunoteam ci siamo documentati su come ottimizzare tale tipo di pubblicità, che è da molti raccomandata per incrementare il traffico sui siti web ed abbiamo scoperto dati interessanti:
1) l’annuncio multi-prodotto Facebook ha un raggio di applicazione inaspettatamente ampio;
2) esistono dei trucchi per massimizzare l’effetto dell’annuncio multi-prodotto.

Quanto al punto 1), ovvero il “raggio d’azione”, va detto che l’annuncio multi-prodotto si presta, oltre che ad usi classici (es. vetrina dei “prodotti più venduti“), anche ad usi atipici: c’é chi lo adotta per promuovere più pacchetti turistici (generando costruttive discussioni tra utenti, condivisioni e numerose richieste di informazioni sui pacchetti), per proporre più storie di clienti soddisfatti, oppure per rappresentare in modo graficamente distinto più vantaggi di uno stesso prodotto, per presentare diversi video o articoli, o addirittura per lanciare dei contest.

Quindi il formato dell’annuncio multi-prodotto è versatile e può essere usato praticamente da ogni tipo di Azienda, con un pò di creatività. Se foto, descrizioni e prezzi prescelti sono interessanti, questo tipo di annuncio risulta più coinvolgente, rispetto ad altri formati più statici.

E’ fondamentale creare un punto di atterraggio idoneo per ognuno dei prodotti, sul sito, in modo da avere più chances di convertire i click in acquisti. Meglio ricordare però che Facebook non è il luogo dove tipicamente si entra per fare acquisti online. E’ un punto di socializzazione e intrattenimento.
Non bisogna aspettarsi delle conversioni “facili” da queste campagne (altrimenti si rischia di rimanere delusi), quanto piuttosto l’occasione per sviluppare l’interazione con il proprio target market. Se c’é un’interazione con l’utente, è più probabile che avvenga il fatidico click sul bottone “Acquista ora”.
Le richieste di informazioni sul prodotto ricevute tramite i commenti sottostanti l’annuncio sono la migliore occasione per generare interesse diffuso verso il prodotto stesso: l’utente interessato, se adeguatamente seguito, può trasformarsi in cliente ed il suo commento può catturare l’attenzione di altri utenti; del resto, come si dice, “cliente porta cliente”.

Veniamo ora al punto 2): esiste un trucco per massimizzare il budget per questa particolare campagna?
Ebbene, nel configurare la campagna, è raccomandato selezionare come obiettivo i “click sul sito“. In tal modo, il pagamento sarà commisurato al traffico sul sito (numero di click), mentre l’amplificazione generata dall’annuncio (commenti, like e condivisioni) verrà a costituire una sorta di bonus.
Inoltre va ricordato che il Relevancy Score (punteggio assegnato agli annunci in base alla qualità) di Facebook abbassa il CPC (costo per click) all’aumentare del CTR (click through rate o tasso di click in rapporto alle visualizzazioni dell’annuncio). Quindi non vale la pena di avviare la campagna frettolosamente, ma occorre predisporre offerta, foto (e landing page) impeccabili.
Se vuoi predisporre una campagna multi-prodotto su Facebook, chiedi il supporto pubblicità con campagne Facebook e Adwords di Agapeuno Team

siti e-commerce e vendite online

Codice del Consumo e novità D.lgs 21/2014 per siti e-commerce e vendite online

Impattano sul e-commerce le nuove norme in vigore a decorrere dal 13 giugno 2014 (disposizioni D.Lgs. n. 21/2014 a recepimento della Direttiva Europea 83/2011), che modificano il Codice del Consumo e rafforzano la tutela dei Consumatori nelle vendite online, concluse a distanza e fuori dei locali commerciali.

Le principali novità riguardano:

  • l’estensione del termine in favore del Consumatore per esercitare il diritto di recesso senza necessità di motivazione, che aumenta da 10 a 14 giorni (art. 52); il termine per l’esercizio del diritto di recesso è rispettato se il consumatore fa dichiarazione esplicita al Venditore della sua decisione di recedere dal contratto e rispedisce i beni, prima della scadenza del periodo di quattordici giorni. Il consumatore sostiene solo il costo diretto della restituzione dei beni, salvo che il venditore non abbia omesso di informarlo che tale costo sarebbe stato a suo carico (art. 57, 1 comma)

  • l’estensione del suddetto termine di ulteriori 12 mesi in ipotesi di mancata informativa sul diritto di recesso (art. 53); tra l’altro, in tal caso, il consumatore non e’ responsabile per la diminuzione del valore dei beni (art. 57, 2 comma).

Si evidenzia altresì la necessità che le suddette informazioni siano fornite dal Venditore in maniera chiara e comprensibile (art. 49).

Con l’armonizzazione dei diritti a livello europeo, quanto ad informazioni precontrattuali e diritto di recesso nei contratti a distanza e nei contratti negoziati fuori dai locali commerciali, viene garantita una maggiore consapevolezza e libertà di scelta del Consumatore, che potrà contribuire al crescente utilizzo dello strumento delle vendite online.

Se sei un Venditore online e non hai ancora provveduto, occorre che aggiorni termini e condizioni d’uso del tuo sito entro il 13 giugno 2014 per uniformarti a quanto prescritto dalla nuova normativa.

Consulta sulla Gazzetta Ufficiale il testo integrale del Decreto 21/2014

Non hai tempo di inserire tu le modifiche? Contatta Webmaster Agapeuno Team

Segui #Agapeunoteam sui Social tramite i bottoni su questa pagina in alto a destra, se ti è piaciuto questo articolo sulle novità apportate dal D.lgs. 21/2014 al Codice del Consumo ed alle vendite online!