Archivi tag: Photoshop

Photo Retouching Fotoritocco

Fotoritocco totale con Photoshop

Il Fotoritocco con Photoshop consente di apportare ai ritratti una gamma di correzioni praticamente illimitata: si va dall’eliminazione delle imperfezioni con effetto naturale (fotoritocco beauty), fino allo stravolgimento totale dei lineamenti.

Nell’illustrazione in alto, puoi vedere un esempio di fotoritocco totale, applicato sulla foto di partenza (“before”), per arrivare al risultato finale (“after”).

→ Quali sono le tecniche Photoshop per attuare un cambiamento così radicale del volto ritratto?

  • Lo strumento più potente per la correzione dei lineamenti è il filtro “fluidifica”. Riproporzionare un volto, così come correggere, ingrandire o ridurre un singolo elemento di esso non è un problema, grazie all’utilizzo del filtro fluidifica. Questo filtro può essere usato tanto per il fotoritocco del volto (vedi come usare strumento fluidifica per rimpicciolire il naso), quanto per altre correzioni come lo snellimento del corpo, a cui frequentemente si ricorre nelle foto pubblicitarie.
  • Per lavorare sul chiaroscuro e scolpire i tratti del volto, è preziosa la tecnica degli strumenti “scherma” e “brucia”, che permette di schiarire o scurire in modo naturale alcuni particolari, ad esempio, illuminando l’iride, definendo le sopracciglia, evidenziando gli zigomi con un gioco di ombre e luci, ecc. Per apprendere come usare “scherma” e “brucia”, vedi come fare fotoritocco degli occhi. In alcuni casi, può essere utile anche sapere come applicare un make up digitale sul ritratto.

L’utilità di un fotoritocco “totale” come quello in figura è generalmente quella di poter liberamente modificare l’immagine base. Paradossalmente, con l’evoluzione della fotografia digitale, talvolta può risultare molto più veloce e pratico adattare direttamente la foto, piuttosto che intervenire realmente sul soggetto ritratto, con trucco o altri espedienti.

Se ti è piaciuto questo articolo, segui #Agapeunoteam sui Social (dai bottoni in alto a destra) per restare aggiornato.

E buon divertimento con Photoshop, il fotoritocco beauty ed il fotoritocco totale!

Welcome Benvenuto Bienvenue Willkommen Bienvenido

3 punti in comune tra Photoshop e Illustrator: possibilità di inserire testo sull’immagine, lavorare con i livelli e annullare

Sia su Photoshop che su Illustrator esiste la possibilità di:

1) inserire testo sull’immagine

2) lavorare con i livelli

3) annullare azione compiuta.

Si tratta di tre funzioni comuni e fondamentali per impostare qualsiasi lavoro, tanto su Photoshop quanto su Illustrator.

 

1 – Come inserire testo sull’immagine in Photoshop e Illustrator

In Adobe Photoshop e Illustrator, inserire del testo sull’immagine (grafica, illustrazione, foto ecc.) è semplicissimo:

  • seleziona lo strumento di testo “T” presente nella barra strumenti sulla sinistra dello schermo

  • regola carattere e dimensione dagli appositi menu in alto

  • traccia sul tuo documento un rettangolo per contenere il testo stesso

  • digita il testo desiderato

  • se digiti ma non vedi il testo, accade perché:

1) il carattere selezionato è troppo grande rispetto al rettangolo tracciato (ingrandisci il rettangolo, poi puoi selezionare e ridurre il testo dal menu in alto)

2) hai creato il livello corrispondente al testo al di sotto di un altro livello, che lo copre. Occorre spostare in alto il livello del testo, come di seguito indicato.

 

Nell’illustrazione in alto, il testo nei palloncini è stato anche leggermente ruotato. Per farlo, basta andare con il mouse accanto ad uno degli angoli del box di testo e girare seguendo la doppia freccia che appare.

 

2 – Come lavorare con i livelli in Photoshop e Illustrator

Il punto fondamentale per capire come funzionano Photoshop e Illustrator è sapere che ogni progetto si sviluppa su diversi livelli.

L’immagine finale è la risultante proprio della sovrapposizione dei livelli stessi.

Ai fini del risultato complessivo, è quindi importante l’ordine in cui i livelli sono inseriti, così come sono importanti la maggiore o minore opacità, trasparenza, densità e riempimento di ciascun livello.

 

Ad esempio, nell’illustrazione in alto, i palloncini hanno un’opacità del 24%, mentre le scritte hanno un’opacità del 100%. Ecco perché il palloncino è semitrasparente e le scritte sono ben definite.

 

Visualizzare i vari livelli: vai in alto su “Finestra” e seleziona “livelli” e gli stessi ti appaiono tra gli strumenti sulla destra.

In Illustrator, clicca la freccina accanto al primo livello per visualizzare così i livelli sottostanti (freccia rivolta di lato: livelli sottostanti nascosti / freccia verso il basso: livelli sottostanti visibili).

 

Spostare l’ordine dei livelli: seleziona un livello e trascinalo al di sopra o al di sotto degli altri.

Per selezionare un livello, spunta il pallino accanto ad esso (in Illustrator) o clicca su di esso (in Photoshop). Quando il livello è selezionato, puoi trascinarlo sopra o sotto gli altri livelli.

 

Nascondere un livello: clicca sull’icona “occhio” accanto al livello stesso. Per scoprire nuovamente il livello, clicca di nuovo sull’icona “occhio”.

 

Rinominare il livello: doppio click sul livello stesso. Rinominare il livello può essere comodo per contraddistinguerlo rispetto agli altri.

 

Bloccare un livello: click sul lucchetto accanto al livello stesso. Per sbloccare il livello, cliccare nuovamente sul lucchetto.

In Illustrator, il lucchetto non si vede ma si trova vicino all’icona “occhio”.

  • In Illustrator, bloccare un livello è utile, in genere, per selezionare tutti gli elementi che compongono l’illustrazione e spostarli, ma senza selezionare (e quindi senza spostare) il livello bloccato. Ad esempio, nell’illustrazione in alto, creata con Illustrator, ho realizzato il palloncino centrale e l’ho riprodotto per creare i due palloncini laterali identici. Per fare questo, ho selezionato il palloncino centrale evidenziando tutti gli elementi con lo strumento seleziona (freccia nella barra a sinistra) tranne la scitta “agapeunoteam.com”, che ho bloccato con il lucchetto. Una volta selezionato l’insieme di livelli, ho fatto “modifica – copia” e “modifica – incolla”. I palloncini laterali sono la copia perfetta di quello centrale. Ne ho solo cambiato i colori e li ho leggermente ruotati.

  • In Photoshop, bloccare un livello può essere utile per unire tra loro tutti i livelli tranne quello (menu livello – unisci visibili). Unire i livelli serve per applicare su di essi particolari effetti.

 

3 – Come annullare in Photoshop e Illustrator

Vai in alto su “Modifica” e scegli annulla. Per annullare i passaggi ancora precedenti:

  • in Photoshop seleziona “indietro”, sempre sul menu “Modifica”.

  • In Illustrator seleziona sempre “annulla” dal menu “modifica” (il programma specifica volta per volta qual è l’azione che si annulla).

Vuoi realizzare anche tu una semplice grafica come quella qui sopra, creata con Adobe Illustrator? Segui le indicazioni di questo blog per scaricare Illustrator, poi crea nuovo documento, combina semplici forme geometriche e rifinisci usando i pennelli. L’effetto è assicurato!

Se questo articolo ti è stato utile, segui #Agapeunoteam sui Social (i bottoni Facebook, Google+, Twitter e Linkedin sono in alto a destra su questa pagina).

Lavora in modo più soddisfacente su Photoshop e Illustrator, ora che hai imparato come inserire testo sull’immagine, lavorare con i livelli ed annullare!

come creare silhouette con Photoshop

Come creare una silhouette con Photoshop

Ti chiedi come creare una silhouette con Photoshop?

Forse è capitato anche a te di vedere le illustrazioni realizzate con sagome! Di solito di tratta di silhouette nere di uomini o donne in pose atletiche o fotografiche, ma sono frequenti anche le illustrazioni con silhouette di animali o anche di oggetti. Creare un’illustrazione con una silhouette è possibile utilizzando Photoshop.

Lo sfondo dell’illustrazione può essere tanto a tinta unita, quanto multicolore o può anche consistere in una fotografia. In quest’ultimo caso, si può creare un effetto suggestivo, ad esempio, di contrasto, tra la sagoma scura e la foto sovraesposta.

Nell’illustrazione qui in alto, partendo da una comune foto, ho realizzato la silhouette di una donna; poi ho provato ad inserire 4 diversi tipi di sfondo: a tinta unita verde chiaro, con sfumatura radiale, di mattoncini color ciclamino ed infine, con la foto di un tramonto.
Non è così difficile creare con Photoshop delle illustrazioni simili!

La silhouette nera sullo sfondo fotografico è probabilmente la soluzione di maggiore effetto, ma è necessario disporre dei diritti sulla foto, per poterla utilizzare. Oppure, si può usare uno dei tanti sfondi disponibili su Photoshop.

 

Esercitazione su come creare illustrazioni con sagome in Photoshop.

FASE I ~ Preparazione:
1. scegli la foto da cui ricavare la sagoma;
2. scegli il colore oppure la foto da usare come sfondo (per le foto, occhio a non violare alcun copyright!);
3. apri Photoshop (se non lo hai, scarica la versione di prova gratuita di 30 giorni, dal sito ufficiale Adobe: http://www.adobe.com/it/products/photoshop.html ).

FASE II ~ Selezione della figura da cui ricavare la sagoma:
1. apri la foto (file – apri);
2. scegli e clicca su strumento selezione rapida (pennello con cerchio nella barra strumenti a sinistra);
3. passa il pennello (strumento selezione rapida) sull’immagine in questione, per selezionarla: puoi regolare la dimensione del pennello con l’apposito menu a tendina in alto;
4. rendi più precisa possibile la selezione, utilizzando i pennelli con “-” e “+” (tra gli strumenti in alto), che servono per sottrarre o aggiungere porzioni di immagine alla selezione. Più precisa è la selezione, più regolare e rifinito risulterà il profilo della sagoma!

FASE III ~ Colorare la sagoma:
1. dal menu in alto “finestra” seleziona “livelli”; poi fai doppio click su livello di sfondo e sbloccalo; infine, fai click con mouse destro sul livello della tua foto e scegli “duplica livello” (in questo modo, lavorerai su una copia, lasciando inalterato l’originale);
2. dal menu “livello” in alto, seleziona “nuovo livello di riempimento”, poi “tinta unita” e clicca ok;
3. dalla finestra che si aprirà, scegli il colore (ad esempio, il nero, che è un classico per le silhouette) e clicca “ok”. La sagoma si colorerà istantaneamente del colore prescelto!

PS. Per annullare, dal menu in alto “modifica” clicca “indietro”.

FASE IV ~ Perfezionare la sagoma:
1. facilmente noterai che il contorno della tua sagoma è un po’ irregolare. Occorrerà quindi perfezionarlo; per fare ciò, vai sulla destra, clicca sulla silhouette nei livelli a destra (l’immagine della silhouette nei livelli è selezionata quando appare contornata da un rettangolino; in questo caso, riesci a lavorare solo sulla sagoma);
2. ora clicca col mouse destro sul livello della silhouette e scegli “migliora maschera”;
3. nella finestra che si aprirà, vai al menu a tendina “visualizzazione” e seleziona “su bianco”, in modo da visualizzare bene i contorni della sagoma;
4. ora prova a spostare i vari cursori per vedere come ottimizzare il bordo della sagoma; ad esempio, per rendere più regolare il contorno della silhouette, puoi arrotondare il margine, aumentare il contrasto, spostare il bordo; eventualmente, se ti dovesse occorrere un effetto sfumato ai bordi, puoi aumentare il raggio o sfumare il margine; quando hai raggiunto l’effetto desiderato, clicca ok per confermare le modifiche. Ricorda: più regolare è la sagoma, migliore sarà la qualità della tua illustrazione!

FASE V ~ Inserire lo sfondo:
Al di sotto della sagoma, puoi scegliere se inserire uno sfondo a tinta unita, sfumato o una foto.
1. Per inserire sotto la silhouette uno sfondo a tinta unita, seleziona lo “strumento rettangolo” nel menu a destra (icona con rettangolo) e poi regola il colore dal menu a tendina in alto (“Riemp.”); quando inserisci una forma colorata, devi aver cura di togliere la “traccia” (ovvero il contorno) selezionando la casella barrata in rosso, oppure portando a zero il valore delle frecce (il tutto, sempre dalle opzioni in cima allo schermo).
2. Ora disegna il rettangolo bianco o colorato partendo dall’angolo in alto a sinistra e ricoprendo interamente la foto.
3. Fatto il rettangolo, clicca sullo strumento sposta (freccia in alto, nella barra menu a sinistra).
4. Vai al livello rettangolo e trascinalo verso il basso, subito al di sotto del livello silhouette. Photoshop funziona con la sovrapposizione dei vari livelli, quindi è importante l’ordine in cui essi sono collocati (e, di conseguenza, visualizzati). Nel nostro caso, abbiamo la silhouette in cima e quindi visibile; lo sfondo è al secondo posto e, quindi, visibile al di sotto della silhouette. Se lo sfondo coprirà interamente la foto sottostante, questa rimarrà del tutto nascosta.

5. Per inserire uno sfondo sfumato o a fantasia, nascondi il rettangolo che hai appena inserito, cliccando sull’occhio del relativo livello (per ripristinarne la visibilità, ti sarà sufficiente cliccare di nuovo sull’occhio).
6. Ora vai in alto, al menu “finestra” e seleziona “stili”: disegna un rettangolo procedendo come sopra e poi, per colorarlo, seleziona uno degli stili disponibili (oltre a quelli che visualizzi inizialmente, ve ne sono numerosi altri da poter aggiungere, dal menu a tendina nell’angolo superiore destro del pannello “stili”).
7. Se creando il nuovo sfondo hai nascosto la silhouette, ricorda di trascinare il relativo livello nella posizione giusta (livello silhouette sopra / livello sfondo sotto).

8. Ed infine, se vuoi inserire come sfondo una foto, vai in alto su “File” e scegli “inserisci incorporato
9. scegli la foto nel tuo computer ed inseriscila cliccando ok
10. se devi modificare la dimensione della foto, vai al menu in alto “modifica” e scegli “trasforma” e poi “scala”.

Ora non ti resta che completare il tutto inserendo la tua firma ed eventuali didascalie (per inserire testo, vai allo strumento del menu a sinistra con la “T”) e salvare con nome, nel formato che preferisci!

NB. Se salvi l’illustrazione in formato Photoshop (oltre che nel formato che ti occorre, ad esempio, jpeg), potrai successivamente lavorare di nuovo sullo stesso file in Photoshop, modificando ed aggiungendo elementi senza dover partire da zero.

Sei riuscito a mettere in pratica l’esercitazione? Hai realizzato la tua silhouette con Photoshop?
Per mostrare il tuo lavoro, fare domande e ricevere aggiornamenti, contatta Agapeuno Team (Webmaster Roma) sui Social Media attraverso i bottoni in alto a destra.

Visita la pagina Facebook di Agapeuno Team

Divertiti a ideare le tue illustrazioni originali e personalizzate, ora che sai come creare una silhouette con Photoshop!

come cambiare colore foto - Photoshop tonalita saturazione

Come cambiare i colori di una foto in Photoshop regolando tonalità / saturazione

Come cambiare i colori di una foto con Photoshop?

 

La stessa foto può apparire molto diversa se ne modifichiamo i colori!

Con Photoshop, possiamo cambiare i colori di una foto regolando tonalità e saturazione.

 

Regolando tonalità e saturazione in Photoshop è possibile cambiare in modo unitario i colori dell’intera foto, oppure isolare e modificare un dato colore o intervallo di colori.

 

Nell’illustrazione in alto, guarda le differenze di colore tra foto originaria (a sinistra) e foto con i colori modificati (a destra): come vedi, non ho cambiato tonalità in modo uniforme sulla foto, bensì ho operato in modo differenziato sui vari colori, vivacizzando alcuni toni (come il verde dei cespugli), modificandone altri (come il rosso della maglietta, divenuto fucsia) e schiarendone altri (come il colore della pelle o quello dei jeans).

 

Anche tu vuoi fare lo stesso, personalizzando le foto con i tuoi colori preferiti?

 

→ Allora segui questa esercitazione Photoshop, che ti indicherà come cambiare colore ad una foto regolando tonalità / saturazione. Puoi utilizzare una qualsiasi foto a tua scelta ed eseguire i seguenti passaggi.

 

  • Come regolare tonalità / saturazione sull’intera foto – Apri la foto e seleziona dal menu in alto “finestra” e da qui “regolazioni”: dal pannello delle regolazioni che compare a destra dello schermo, clicca sull’icona tonalità / saturazione (icona rettangolino con delle piccole linee verticali nella parte superiore). Sposta i cursori che regolano tonalità, saturazione e luminosità, per cambiare questi fattori sull’intera foto.

 

    • Come ripristinare le impostazioni di partenza – Per annullare, clicca sull’icona con la  freccia posta infondo al riquadro “proprietà” (vicino all’icona con l’occhio).

 

  • Come colorare tutta la foto di un’unica tonalità prescelta – Spunta la casella “colora” posta sempre nel riquadro delle proprietà e regola nuovamente i fattori tonalità, saturazione e luminosità, per ottenere la versione monocromatica della tua foto (a seconda della tonalità prescelta, puoi ottenere una foto nei toni del rosso, del verde, del blu ecc.). Per ripristinare le impostazioni di partenza, procedi come descritto al punto 2.

 

  • Come regolare tonalità / saturazione isolando un solo colore o range di colori – Vai al menu a tendina in cima al riquadro proprietà e in luogo di “composita”, che risulta selezionato di default, scegli “rossi”, o “gialli”, o “verdi” ecc., per modificare uno solo dei colori della tua foto. In tal modo, i cursori tonalità / saturazione andranno a incidere solo sul range di colori selezionato. Puoi ampliare o restringere l’intervallo o range di colori interessato dalle modifiche, regolando manualmente la barra grigia nella doppia striscetta colorata (posta infondo al riquadro “proprietà”). Estendi la barra ai colori che vuoi includere e viceversa. Per ripristinare le impostazioni di partenza, procedi come descritto al punto 2.

 

  • Come regolare tonalità / saturazione isolando un colore identificato direttamente cliccando sulla foto – Clicca sull’icona con mano e frecce (accanto al menu a tendina “composita”) e posiziona il cursore (che visualizzerai sotto forma di un contagocce) sul punto della foto con il colore prescelto; a questo punto: i) con mouse sx premuto, trascina a destra o sinistra per regolare la saturazione; ii) con il mouse sx premuto, clicca Ctrl e contemporaneamente trascina a destra o sinistra per regolare la tonalità. Puoi ampliare o restringere manualmente il range di colori interessato dalle modifiche, regolando la doppia striscetta colorata (posta infondo al riquadro “proprietà”). Per ripristinare le impostazioni di partenza, procedi come descritto al punto 2.

 

  • Trucco per eliminare solo alcune modifiche – Se il colore che hai prescelto interessa vari elementi della foto, potresti ottenere modifiche di colore estese involontariamente anche ad elementi che dovevano invece restare  inalterati! Ad esempio, nell’illustrazione in alto, il rosso originariamente non interessava solo la maglietta della ragazza, ma era una componente di altri elementi della foto, come il rossetto, il colore della pelle, le venature dei sassi. In tal caso, come fare a cancellare le modifiche di colore non desiderate? Basterà selezionare lo strumento pennello, regolare il nero come colore del pennello e passare sugli elementi dove vuoi annullare e quindi cancellare il cambiamento di colore.

*** Per saperne di più sull’argomento, vedi l’articolodi questo blog sulle 3 tecniche per cambiare colore ad un oggetto senza alterare lo sfondo. Tra le tecniche è presente anche quella più comune, ovvero la selezione dell’oggetto (ad esempio mediante strumento selezione rapida), seguita dalla regolazione della tonalità / saturazione.

 

Sei riuscito a seguire l’esercitazione? Bene! Se vuoi commentare o fare domande, entra sulla nostra pagina Facebook.

Se l’articolo ti è stato utile, puoi esprimerlo con like / follow / share tramite i bottoni dei Social in alto a destra: grazie!

 

Divertiti a personalizzare le tue foto, ora che sai come cambiare i colori regolando tonalità / saturazione in Photoshop.

Photoshop digital makeup - make up digitale

Digital Makeup con Photoshop

Di grande tendenza è il digital makeup o make up digitale, che in generale si ottiene dall’applicazione virtuale sul volto di trucco beauty o effetti speciali cinematografici. Tramite programmi di fotoritocco come Photoshop, si può ottenere il digital makeup per foto pubblicitarie, di moda e ad uso editoriale.

Attualmente, con l’ampio utilizzo del web in ambito lavorativo, la rielaborazione di una foto può essere utile anche per presentarsi online con un aspetto curato e professionale, ad esempio in un curriculum vitae o nel proprio profilo sui Social Media come Facebook, Google+, Linkedin, Twitter. Se lo scopo non è artistico, ma professionale, occorre fare molta attenzione a non alterare i propri connotati, limitandosi a piccole migliorie, inidonee a trarre in inganno l’interlocutore sulle nostre caratteristiche.

Ciò che spicca nel trucco digitale professionale, così come nel fotoritocco professionale, è il netto cambiamento migliorativo ottenuto, unitamente all’assoluta naturalezza del risultato finale, che dev’essere realistico e non contenere nulla di artefatto.
Per creare make up digitali sorprendenti e senza l’antipatico “effetto artefatto”, occorre apprendere e padroneggiare le tecniche di Photoshop, il programma di fotoritocco per eccellenza, che contiene tutte le funzioni necessarie per realizzare uno splendido trucco digitale.

Se non hai Photoshop e vuoi imparare, puoi scaricare la versione di prova gratuita di Photoshop CC valida 30 giorni dal sito ufficiale Adobe cliccando sul bottone “prova”.

Nella foto in alto, ho realizzato un esempio di Photoshop digital makeup. La sfida era quella di riprodurre su di un volto struccato l’effetto di un vero make up.
Missione compiuta, con un trucco digitale semplice e luminoso!

Le diverse tecniche di Photoshop utilizzate per realizzare questo fotoritocco e make up digitale sono riepilogate di seguito, complete di riferimento agli articoli di questo Blog corrispondenti.

1) Photoshop: Cambio sfondo – Ho iniziato con lo “scontorno“, ovvero l’estrazione dell’immagine dal suo sfondo naturale, con inserimento su di uno sfondo a scelta. In questo caso, ho selezionato uno sfondo a tinta unita, color rosso corallo brillante, allo scopo di valorizzare il make up.

Trovi in questo blog la spiegazione delle seguenti tecniche per scontornare o cambiare sfondo all’immagine: maschera, lazo magnetico, penna

2) Photoshop: Effetto “correttore” – Ho realizzato il fotoritocco della pelle, per eliminare le piccole imperfezioni cutanee e rendere omogeneo l’incarnato.

Nel caso di specie, è stata sufficiente una correzione veloce delle imperfezioni cutanee con lo strumento correttivo al volo, ma preziosa per i casi più complessi (acne, imperfezioni diffuse o estese) è la tecnica di fotoritocco avanzato della pelle

3) Photoshop: colorare con il pennello – Il leggero blush ed il colore delle labbra sono stati ottenuti con il pennello Photoshop.

Nel make up digitale, è fondamentale saper utilizzare il pennello di Photoshop, che consente di applicare il colore regolandone l’opacità.

Il pennello di Photoshop può essere utilizzato per applicare blush, ombretto, gloss o addirittura per colorare il viso (hai presente gli Avatar, con la pelle blu?)

4) Photoshop: il trucco con strumenti scherma e brucia – Il punto centrale di questo make up digitale è stato il fotoritocco degli occhi, insieme all’applicazione del gloss per le labbra.

Gli occhi sono stati illuminati e meglio delineati e definiti, con gli strumenti brucia e scherma. Le labbra sono state evidenziate con effetto scherma per dare luce e pennello colorato. Guarda la spiegazione su come realizzare fotoritocco occhi, gloss, illuminante zigomi, ridefinizione sopracciglia e attaccatura capelli

5) Photoshop: aggiunta di testo – Ultima parte, ma non meno importante, è l’aggiunta della tua firma all’opera realizzata. Segui le indicazioni nell’articolo sulle infografiche per inserire del testo sulla foto.

Se già sai utilizzare Photoshop, ti basterà seguire gli step nel riepilogo qui sopra e potrai realizzare subito un fantastico digital makeup!

Se non hai mai utilizzato Photoshop, ma vuoi divertirti a creare degi originali make up digitali, allora scarica Photoshop come indicato sopra e segui passo passo le indicazioni degli articoli linkati nel riepilogo. In più, puoi digitare “Photoshop” nel campo “cerca” in cima a questa pagina ed otterrai l’elenco di tutti gli articoli su Photoshop contenuti in questo blog, ai quali se ne aggiungono periodicamente di nuovi. Nel caso tu avessi necessità di un mini corso online, fammi sapere, scrivendo o telefonando ai contatti di Agapeuno Team.

Ti piace il digital makeup? Segui #Agapeunoteam sulla pagina Agapeuno Team Lavoro Google+ e sulla pagina Webmaster Agapeuno Team Facebook per restare aggiornato sui prossimi articoli relativi a fotoritocco, trucco digitale e tecniche Photoshop.

Photoshop e filtro radiale in Camera Raw

Soggetto in evidenza, con Photoshop e filtro radiale in Camera Raw

Vuoi porre in evidenza il soggetto che hai ritratto in foto?

Ti consiglio di provare un metodo semplice ma di grande effetto, che “accende i riflettori” ed attrae efficacemente l’attenzione degli osservatori sull’elemento principale della tua foto: il filtro radiale in Camera Raw di Photoshop.

Normalmente, i filtri fotografici, così come Camera Raw di Photoshop, estendono il loro effetto su tutta la foto, modificandola nella sua interezza. Invece, il filtro radiale in Camera Raw di Photoshop CC si applica su una parte sola dell’immagine, della quale puoi determinare tu liberamente parte e dimensione. Il filtro radiale di Photoshop realizza un effetto sfumato, in modo da risultare del tutto naturale e sei tu stesso a poter regolare e determinare l’intensità della sfumatura.

Nell’illustrazione in alto, ho applicato il filtro radiale in Camera Raw di Photoshop sul paesaggio centrale, oscurando il fogliame attorno. Confronta l’immagine a sinistra (originaria) con quella a destra (con filtro radiale in Camera Raw di Photoshop) e noterai immediatamente come l’applicazione del filtro radiale sia in grado di cambiare radicalmente la percezione dell’immagine.

La mia idea, nello scattare la foto, era quella di “incorniciare” il paesaggio con le foglie degli alberi, attraverso le quali lo stavo inquadrando. L’effetto nella foto originale, però, era molto distante dalla mia idea, perché la brutta rete verde campeggiava in primo piano, distogliendo l’attenzione dell’osservatore e le foglie intorno erano troppo luminose per lasciar campeggiare lo scorcio centrale.

Allora ho deciso di usare il filtro radiale in Camera Raw di Photoshop, per sfruttare a mio vantaggio gli elementi disturbatori: grazie al filtro, i difetti si sono tramutati in pregi contribuendo a dare risalto al paesaggio e a conferire un carattere quasi misterioso alla foto: l’ombra che avvolge il fogliame intorno, sembra suggerire la presenza dell’occhio dietro l’obiettivo, che osserva il luminoso scorcio campestre da un punto buio e nascosto!

La stessa tecnica si può utilizzare in molti modi diversi; ad esempio, per creare l’effetto “riflettore” su un soggetto umano, oppure, per creare su di un paesaggio delle sfumature radiali colorate, che dal centro si diramano gradatamente verso i bordi della foto o viceversa.

Una volta appresa la semplice tecnica, potrai fare alcune prove ed imparare in pochi minuti a regolare tutte le funzioni del filtro radiale in Camera Raw.

Esercitazione su come utilizzare il filtro radiale in Camera Raw di Photoshop.

1. Apri e duplica la foto (click mouse destro su livello e duplica livello).

2. Menu filtro (in alto) > filtro camera Raw > clicca su icona filtro radiale (in alto).

3. Disegna il filtro con il mouse e regola a tuo piacimento posizione, dimensione e inclinazione dell’ellisse che rappresenta il filtro radiale (per spostare: mouse sinistro sull’ellisse e trascina – per ridimensionare, trascina i quadratini sui bordi dell’ellisse – per inclinare, vai col mouse accanto ai quadratini fino a vedere comparire la doppia freccia apposita per inclinare ed utilizzala con il mouse sinistro).

4. Grazie ai cursori nel menu a destra puoi regolare a tuo piacimento anche temperatura, tinta, esposizione, contrasto, luci, ombre, chiarezza, saturazione ecc. e persino la sfumatura del filtro.

5. Ecco fatto! Raggiunto l’effetto desiderato, non ti resta che cliccare OK e salvare nel formato preferito.

Semplice no?!

Se ti è piaciuto questo articolo, perché non supportare #Agapeunoteam con un like su Facebook e/o un più su Google+ e/o una richiesta di amicizia su Linkedin e/o follow su Twitter? Per chi come Agapeuno Team condivide gratis le notizie su internet, questo è l’incentivo migliore a proseguire nel fornire agli utenti tante informazioni nuove ed utili.

Al prossimo articolo e… mi raccomando, nel frattempo, trasforma anche tu una tua foto in un  piccolo “capolavoro” con Photoshop ed il filtro radiale in Camera Raw!

come sfocare sfondo nelle foto con Photoshop

Come sfocare lo sfondo nelle foto con Photoshop

Sapere come sfocare lo sfondo di una foto con Photoshop, lasciando inalterato il soggetto principale, è fondamentale per un fotografo. Infatti, gli elementi secondari presenti sullo sfondo, specie se ingombranti, colorati confusamente o disposti disordinatamente, distolgono l’attenzione dal soggetto principale.

Se invece rendiamo sfocato lo sfondo, sfruttiamo gli elementi “disturbatori” a nostro vantaggio, trasformando in un tutt’uno movimentato ed omogeneo gli elementi retrostanti e mettendo in risalto l’elemento principale della foto.

Tutto questo è possibile con Photoshop, in pochi passaggi.

Nell’illustrazione in alto, ti mostro come ho sfocato lo sfondo con Photoshop: la sfocatura dello sfondo può essere regolata a tuo piacimento e può essere resa più o meno intensa.

Esercitazione su come sfocare lo sfondo in una foto

1. apri la foto prescelta in Photoshop CC e duplica livello (mouse destro sul livello – duplica livello), in modo da lavorare sul livello “copia”
2. vai in alto al menu Filtro, scegli “converti per filtri avanzati” e clicca ok
3. seleziona l’oggetto da non sfocare, quello “protagonista” della scena; puoi utilizzare la tecnica di selezione che preferisci (ad esempio, lo strumento di selezione rapida; se non sai come fare, trovi molti articoli in questo blog sulle selezione degli oggetti in Photoshop, anche tramite lazo,  lazo magnetico, penna ecc.)
4. vai in alto al menu Selezione e clicca inversa (ora è selezionato lo sfondo)
5. vai in alto al menu Filtro, seleziona Sfocatura e clicca Effetto movimento; ora, con l’anteprima selezionata (il rrelativo riquadro dev’essere spuntato), regola la sfocatura a tuo piacimento e quando sei soddisfatto clicca ok
6. per modificare successivamente, basta fare doppio click sul livello “effetto movimento”.

Hai visto come è semplice sfocare lo sfondo di una foto con Photoshop lasciando inalterato il soggetto principale?

Ora che hai imparato questo piccolo trucco, puoi divertirti a dare un tocco davvero di classe ai tuoi ritratti, rendendoli simili a quelli professionali.

Se ti è piaciuto l’articolo, visitaci sul sito Webmaster Roma e seguici sui Social.

Buon divertimento con Photoshop e l’effetto per sfocare lo sfondo nelle foto!

Fotoritocco occhi e make up naturale con Photoshop

Come fare fotoritocco degli occhi con Photoshop

Come fare un fotoritocco specifico per valorizzare gli occhi con Photoshop?
Nelle foto, a volte, gli occhi non risultano abbastanza luminosi o non rivelano le loro variegate sfumature di colore.
Non c’é problema: per mettere davvero in risalto il colore naturale degli occhi e l’intensità dello sguardo, esiste una specifica tecnica di fotoritocco, da eseguire con Adobe Photoshop.
E’ possibile, lavorando sul fotoritocco degli occhi, rendere lo sguardo talmente intenso da farlo diventare elemento cardine del nostro primo piano.

Ecco quindi il segreto per eseguire il fotoritocco degli occhi con Photoshop: si tratta di portare in luce espressività e brillantezza degli occhi, semplicemente sottolineando il loro colore naturale,  senza aggiungere alcunché di artefatto.
Ciò si può ottenere giocando in vari modi con “strumento scherma” e “strumento brucia”.

Ne è un chiaro esempio il fotoritocco nella foto qui in alto: sono partita da un ritratto “acqua e sapone” (viso a sinistra) ed ho iniziato intensificando la luminosità degli occhi; ho completato con leggerissimo fotoritocco su zigomi e labbra. L’effetto è ottimo e soprattutto è super naturale!

Prova a seguire con me tutti i passaggi di esecuzione!

☆ Se ti occorre, scarica la versione di prova gratuita di Photoshop valida per 30 giorni.

Esercitazione strumento scherma, strumento brucia, fotoritocco completo occhi, fotoritocco zigomi, fotoritocco veloce labbra, correttore veloce imperfezioni

Passaggi preliminari:
~ prima di tutto, apri la foto da ritoccare, poi sblocca e duplica il livello della foto, per poi lavorare sul duplicato (dal menu di destra, doppio click sul livello della foto per sbloccare e mouse destro + duplica livello per duplicare)
~ ingrandisci l’immagine (Ctrl +) per lavorare con più precisione sui dettagli.
PS. Per ridimensionare immagine: Ctrl –
Per annullare: dal menu “modifica” in alto, scegli “indietro”

1. Fotoritocco occhio: illuminiamo l’iride
~ seleziona “strumento scherma” nel menu strumenti a sinistra (icona simile a lente di ingrandimento da non confondere con lo strumento zoom poco più in basso)
~ regola dal menu in cima allo schermo l’intervallo su “mezzitoni
~ regola dal menu in cima allo schermo l’esposizione su “20%
~ regola dal menu in alto la dimensione dello strumento scherma (io l’ho portata a 32) in modo da poter eseguire con il mouse un movimento circolare intorno all’iride dell’occhio
~ bene! Ora compi dei circoletti con il mouse intorno all’iride degli occhi: vedrai che il colore dell’iride diventerà più acceso e brillante, restando comunque naturale. Lo sguardo è subito più luminoso.

2. Fotoritocco occhio: scuriamo la pupilla
~ adesso esaltiamo maggiormente lo sguardo grazie allo “strumento brucia” (si trova nel menu strumenti di sinistra, alla stessa icona dello strumento scherma; occorre andare sempre alla lente di ingrandimento e trascinare verso destra tenendo premuto il mouse: apparirà lo strumento brucia che potremo quindi selezionare)
~ regola la misura dello strumento, più o meno della stessa misura della pupilla (nel mio caso lascio sempre su 32)
~ regola in cima allo schermo l’intervallo su “ombre” e lascia l’esposizione a 20%
~ bene! Ora esegui con il mouse dei piccolissimi circoletti sulle pupille di entrambi gli occhi, in modo da scurirne il colore: vedrai che lo sguardo diverrà decisamente più intenso.

3. Fotoritocco occhio: accentuiamo il contorno dell’iride
~ regoliamo lo strumento brucia con intervallo “ombre“, esposizione “20%” e ad una misura abbastanza sottile da poter ripassare con sufficiente precisione il contorno dell’iride, che di solito è più scuro rispetto al resto dell’iride; questo piccolo accorgimento contribuirà a far risaltare i colori dell’iride.

4. Fotoritocco occhio: illuminiamo parte bianca dell’occhio
~ selezioniamo nuovamente lo strumento scherma, regolando l’intervallo su mezzitoni, l’esposizione a 20% ed una misura dello strumento tale da poter intervenire con precisione sulla parte bianca dell’occhio, rendendola più luminosa. Nota che, se regolassimo l’intervallo su “luci”, illumineremmo il bianco in modo molto intenso, ma l’effetto sarebbe artefatto. Per questo scegliamo “mezzitoni”.

Per il fotoritocco degli occhi di un uomo, i passaggi sopra sono sufficienti. Invece, per valorizzare il ritratto di una donna, possiamo aggiungere uno o più dei seguenti passaggi, che io ho adottato nel fotoritocco in figura.

5. Fotoritocco occhio: come ottenere effetto “smoky eye” e come scurire le sopracciglia
~ per ottenere o accentuare l’effetto smoky eye, basta ripassare il contorno esterno dell’occhio (sia superiore sia inferiore) utilizzando lo strumento brucia con intervallo mezzitoni, esposizione 70%
~ per scurire le sopracciglia in modo veloce e naturale, usa lo strumento brucia con intervallo su mezzitoni ed esposizione intorno al 25%

6. Fotoritocco zigomi: effetto luce e blush
~ per dare luce agli zigomi, seleziona strumento scherma con intervallo regolato su “mezzitoni” ed esposizione al 20%
~ regola la misura dello strumento scherma abbastanza grande da poter velocemente “spennellare” gli zigomi
~ per realizzare l’effetto blush, crea nuovo livello dal menu in alto e seleziona strumento pennello
~ scegli e seleziona un colore per il blush (io ho scelto rosa chiaro)
~ regola opacità intorno al 25%
~ spennella leggermente sotto gli zigomi, per accentuare ancor più l’effetto luce con del blush a contrasto

7. Fotoritocco labbra
~ usa lo strumento scherma con intervallo mezzitoni ed esposizione intorno al 40% per creare dei punti luce sulle labbra, in modo da dare un “effetto gloss”; attenzione però: prima di usare scherma, torna sul livello della foto, altrimenti se sei rimasto sul nuovo livello che hai usato per il blush, lo strumento scherma non agisce (dal menu a destra, clicca col mouse sul livello della foto)
~ crea un nuovo livello e completa l’effetto gloss ripassando le labbra con un colore a tua scelta: per farlo, usa strumento pennello con opacità al 25%

8. Correzione al volo delle imperfezioni
~ perfeziona il tutto con il correttore veloce delle imperfezioni: lo strumento pennello correttivo al volo (icona cerottino)
~ basta selezionare l’icona cerottino e tracciare un punto sulle piccole imperfezioni della pelle, che spariranno istantaneamente.
Sei riuscito a seguire fino in fondo questa esercitazione su come fare il fotoritocco occhi? Complimenti! Sicuramente avrai realizzato un lavoro eccezionale di fotoritocco occhi.
Di certo avrai imparato ad usare gli strumenti brucia e scherma, che potrai adesso usare a tuo piacimento e regolare di volta in volta a seconda delle esigenze.
Con Photoshop e la tecnica di fotoritocco occhi, d’ora in poi nessuno potrà rimanere indifferente davanti ai tuoi primi piani!

Non sei riuscito a seguire l’esercitazione o hai dei dubbi? Contatta il nostro Staff dai recapiti sul nostro sito Webmaster Roma.

Se ti è piaciuto questo articolo, consiglialo su Google+ e seguici su Facebook, Google+ e Twitter, dai bottoni in alto a destra.

Buon divertimento, con Photoshop e la tecnica di fotoritocco degli occhi!

cambio colore oggetto con Photoshop

Tre diverse tecniche per cambiare colore ad un oggetto in una foto senza alterare lo sfondo

Cambiare colore ad un oggetto isolato in una foto, lasciando inalterato lo sfondo, è possibile con Photoshop, utilizzando diverse tecniche.
Sapere come cambiare colore ad un oggetto in una foto può economizzarne e velocizzarne la presentazione sul web o su di un catalogo. Ad esempio, posso mostrare una vettura nei diversi colori disponibili elaborando con Photoshop una foto che la ritrae in un solo colore, come nell’illustrazione qui sopra.

Lo stesso può applicarsi per ogni genere di articolo da esporre e vendere online.

Con Photoshop CC, esistono tecniche diverse per modificare il colore di un oggetto lasciando inalterati i colori dello sfondo. Ti propongo un’esercitazione Photoshop con tre diverse tecniche per cambiare colore ad un oggetto isolato lasciando inalterato lo sfondo: la prima più semplice e veloce, la seconda più precisa, la terza più elaborata ma soddisfacente anche nei casi complessi. Di certo tra di esse troverai la tecnica che fa al caso tuo!

Esercitazione Photoshop CC: cambiare colore ad un oggetto isolato lasciando inalterato lo sfondo

a) Fase di preparazione
Se non hai Photoshop, puoi fare download in prova gratuita valida 30 giorni dal sito ufficiale Adobe: http://www.adobe.com/it/products/photoshop.html
Avviato Photoshop, apri la foto con l’oggetto a cui vuoi cambiare colore.

b) Fase cambiamento colore all’oggetto in questione (prova le tre tecniche e poi scegli la tua preferita)

Tecnica n. 1 – Selezione dell’oggetto sulla base del suo colore + cambio colore

Per cambiare colore ad un oggetto isolato sulla foto (ad esempio, nell’immagine in alto, ho cambiato colore alla sola carrozzeria delle auto) con Photoshop, seleziona Finestra > Regolazioni > Tonalità / Saturazione.
Se la voce “Regolazioni” è già spuntata sul menu “Finestra”, allora la funzione “Tonalità / Saturazione” comparirà tra le icone sul menu a destra dello schermo. In Photoshop CC, la funzione è contraddistinta da un rettangolino con la fascia superiore a righe.
Su Tonalità / Saturazione, apri il secondo menu a tendina (“Composita”) e scegli la fascia di tonalità sulla quale vuoi intervenire (Rossi, Gialli, Verdi, Cyan, Blu o Magenta). Io ho selezionato “Rossi” nella tendina, poiché dovevo agire in modo mirato sulle aree rosse della carrozzeria delle auto per mutarne il colore, lasciando invariato tutto il resto. Infine, salva con nome.
Il pregio della suddetta tecnica è quello di risultare molto veloce da eseguire; quindi nei casi più semplici possiamo utilizzarla con successo; l’inconveniente, invece, è che non si adatta ad ogni situazione, poiché potrebbero risultare modificate anche aree diverse da quella desiderata o, viceversa, l’oggetto potrebbe rimanere in parte del colore originario.
Nell’illustrazione di esempio, la tecnica del cambio tonalità non è stata sufficiente perché in partenza la carrozzeria delle due auto era uguale (rossa) ma io volevo renderle diverse l’una dall’altra, come poi ho fatto grazie alla tecnica n. 3.

Tecnica n. 2 – Selezione dell’oggetto sulla base del suo colore + aggiunte manuali + cambio colore

La seguente tecnica Photoshop è più precisa rispetto alla precedente perché consente di includere manualmente delle aree aggiuntive alla parte selezionata sulla base del colore.
Nascondi il livello Tonalità / Saturazione in precedenza ottenuto (cliccando sull’icona occhio vicino al livello) e clicca sul livello corrispondente all’immagine su cui vuoi lavorare.
Nel menu in alto, Selezione > Intervallo colori > nel menu a tendina “Seleziona” scegli “Colori campionati” > regola il cursore “Tolleranza” in modo che nell’anteprima sia evidenziata la maschera isolata sull’area da colorare (nel mio caso, l’ho regolata a 40); se alcuni punti da colorare non sono compresi nella maschera, puoi includerli manualmente, cliccando il tasto “Shift” e contemporaneamente trascinando il mouse sulle aree da includere nella maschera di selezione.
Infine, scegli Tonalità / Saturazione e regola il relativo cursore per cambiare colore all’oggetto da te selezionato. Salva con nome.

Tecnica n. 3 – Selezione manuale dell’oggetto + cambio colore

La tecnica Photoshop che segue è quella che ho adottato per l’illustrazione sopra, in quanto assicura un buon risultato e rende possibile colorare in modo diverso oggetti dello stesso colore, cosa non possibile con le altre due tecniche. (Ho colorato in modo diverso tra loro le auto originarie, che erano entrambe rosse).

Nascondi il livello “Tonalità / Saturazione” in precedenza ottenuto (cliccando sull’icona occhio vicino al livello) e clicca sul livello corrispondente all’immagine su cui desideri lavorare.
Scegli lo strumento “Selezione rapida” nella barra a sinistra dello schermo. Regola la dimensione dello strumento selezione rapida con il menu a tendina in alto. Usa lo strumento selezione rapida come un pennello, passando sopra l’oggetto per selezionarlo. Per selezionare con maggiore accuratezza, regola successivamente lo strumento selezione rapida ad una dimensione inferiore e rifinisci i bordi includendo eventuali piccole aree rimaste fuori dalla selezione. Viceversa, per escludere aree erroneamente selezionate, usa lo stesso strumento, ma cliccando contemporaneamente il tasto alt.
Una volta selezionata l’area da colorare, scegli Tonalità / Saturazione e cambia col cursore il colore dell’oggetto da te selezionato.

Ora sai come modificare con Photoshop il colore di un oggetto isolato in una foto: non è difficile! Se hai problemi, contattami su Facebook alla pagina Webmaster Agapeuno Team o tramite i recapiti sul sito #Agapeunoteam.
Se ti è stato utile l’articolo e vuoi rimanere aggiornato, segui Agapeuno Team sui Social Media, tramite i bottoni facebook, LinkedIn, Google Plus e Twitter in alto a destra.

Buon divertimento con Photoshop e le tecniche per ottenere tante varianti cromatiche da un unico oggetto lasciando invariato lo sfondo!

luce e colore alle foto con Photoshop

Effetto “giornata di sole”: luce e colore con Photoshop

Le foto delle vacanze sono idealmente ambientate in splendenti giornate di sole. E se sul più bello il cielo dovesse farsi grigio? Niente paura: c’é Photoshop!

Con rapidi tocchi, le foto scattate sotto un cielo grigio e nuvoloso vengono invase da luce, colore e tinte brillanti: un effetto “giornata di sole” che si può ottenere grazie a Photoshop.

Se non hai Photoshop, puoi scaricare la versione di prova gratuita valida 30 giorni dal sito ufficiale Adobe: http://www.adobe.com/it/products/photoshop.html cliccando sul bottone “prova”.

Nella foto qui sopra, puoi vedere chiaramente la differenza tra la foto originale (dove grossi e grigi nuvoloni incombono sulle cupole!) e la foto rielaborata (colori più vivaci ed effetto “giornata di sole”).

Per sgombrare totalmente il cielo dalle nuvole, avrei potuto utilizzare lo scontorno. Ed invece ho preferito aggiungere luminosità e colore senza eliminare le nuvole, che a mio avviso costituivano una componente essenziale della foto.

Vediamo quindi come ho fatto ad ottenere l’effetto “giornata di sole”, aggiungendo luce e colore alla foto, con Photoshop CC.

1- Prima, ho aperto il filtro Camera Raw (si trova nel menu “filtro” in alto) ed ho aumentato esposizione, vividezza e saturazione; con il filtro Camera Raw, a seconda della foto da elaborare, è possibile agire anche su altri fattori, come luci ed ombre, bianchi e neri, temperatura e tinta, contrasto, chiarezza, ecc.

Basta regolare i cursori verificando l’effetto sull’anteprima della foto e, non appena soddisfatti, cliccare “ok”.

2- Poi, dal pannello regolazioni (che appare tra gli strumenti a destra selezionando “regolazioni” dal menu “finestra” in alto), ho aumentato la luminosità e corretto tonalità e colore in modo selettivo (queste opzioni stanno tutte su “regolazioni” – “aggiungi una regolazione”: basta sovrapporre il mouse alle varie icone per leggerne le funzioni); per finire, ho aggiunto un filtro fotografico (la relativa opzione sta sempre su “regolazioni, cliccando sull’icona con la macchina fotografica) per dare una luce più calda alla foto. Ecco fatto!

Hai visto come è semplice rendere più colorate e luminose le tue foto? Puoi sempre avere una giornata di sole, con Photoshop!

Seguici dalle pagine Agapeuno Team su Facebook, Google Plus,Twitter e LinkedIn, dai bottoni a destra più in alto e, se vuoi vedere altre foto di Roma scattate e rielaborate dal Team Agapeuno, vai su http://giacintofoto.agapeunoteam.com