Archivi tag: ottimizzazione sito

siti web professionali e siti web amatoriali

2 differenze tra siti web professionali e siti web amatoriali

I siti web gratuiti e la creazione di siti web “fai da te” possono far risparmiare dei soldi, ma qual è il rovescio della medaglia?

La realizzazione di un sito web professionale è cosa ben diversa rispetto alla creazione di siti web a livello amatoriale.

La prima differenza tra sito web professionale e sito web amatoriale

La prima differenza tra un sito web professionale ed un sito web amatoriale è palese, la seconda differenza, invece, sfugge a molti.

  • Il sito web amatoriale non presenta uno stile grafico preciso ed il messaggio non è sempre chiaro.
  • Il sito web professionale, invece, si caratterizza per il design dinamico, sobrio e moderno, adeguato al contenuto. Stile, colori, elementi ed immagini sono funzionali al messaggio principale da esprimere. La struttura del sito professionale è logica, la navigazione è intuitiva.

Un buon web designer conosce le regole della comunicazione, che traduce in una grafica efficace, in grado di aiutare a vendere. Per questo, commissionare la realizzazione del proprio sito web ad un valido web designer è spesso la scelta vincente.

La seconda differenza tra sito web professionale e sito web amatoriale

La differenza tra siti web professionali e siti amatoriali non si esaurisce sul piano grafico.

  • Infatti, il sito web “fai da te” difficilmente riesce ad ottenere visibilità nel web, il che si traduce in una scarsa affluenza di visitatori ed in una bassissima redditività.

Questo dipende da un fattore che talvolta non si considera, ma è solitamente carente nei siti amatoriali (e talvolta anche in quelli professionali) ovvero: l’ottimizzazione sui Motori di Ricerca. Il web design include, infatti, anche aspetti tecnici non visibili, ma ugualmente importanti rispetto alla grafica. Si tratta di quei canoni che consentono al sito web di essere “ottimizzato” ovvero perfettamente leggibile da parte dei Motori di Ricerca (Search Engine Optimization – SEO).

Un sito web non ottimizzato è inevitabilmente penalizzato quanto al posizionamento tra i risultati dei Motori di Ricerca e/e directories (Google, Yahoo, Bing, Virgilio, MSN, ecc.). Al contrario, il sito web ottimizzato e quindi realizzato secondo i canoni richiesti dai Motori di Ricerca ha migliori chances di posizionarsi in modo competitivo tra i risultati di ricerca, il che garantisce l’afflusso di visitatori sul sito, determinandone la redditività.

Da notare che il posizionamento di un sito in cima ai risultati di ricerca può essere organico (naturale) oppure ottenuto in conseguenza di annunci a pagamento (vedi l’illustrazione qui sotto).

screenshot posizionamento organico siti web

screenshot posizionamento organico siti web

Il sito web ben posizionato tra i risultati di ricerca organici è normalmente un sito professionale ed ottimizzato.

Come scegliere il web designer

In conclusione, quando si tratta di scegliere, è opportuno optare per un sito web “fai da te” solo se il sito è per uso personale e non necessita di visibilità nel web per raggiungere il proprio scopo.

Quando invece occorre realizzare un sito web professionale o aziendale, conviene senz’altro affidarsi ad un web designer in grado di curare adeguatamente il lato grafico, ma che sia anche esperto in ottimizzazione e posizionamento organico siti sui Motori di Ricerca.

Per saperne di più, puoi contattare Agapeuno Team Webmaster Roma con esperienza in realizzazione, ottimizzazione e posizionamento di siti web professionali.

 

come verificare proprietà sito per Strumenti Webmaster Google

Strumenti per i Webmaster di Google: come verificare la proprietà del sito

Verificare la proprietà del sito è il primo step da compiere per iniziare ad utilizzare gli Strumenti per i Webmaster di Google.

Utilizzare gli strumenti per i Webmaster di Google è indispensabile, per verificare la conformità del sito alle linee guida di Google e per individuare i potenziali problemi rilevati dal Motore di ricerca.

Grazie agli strumenti per i Webmaster di Google, puoi accertarti che il sito sia inserito nell’indice di Google (“indicizzato”) e che sia visibile agli utenti del web, il che è presumibilmente la ragione stessa per cui hai scelto di pubblicare il sito!

Puoi analizzare il traffico di ricerca e verificare che gli utenti trovino il sito nelle pagine dei risultati di ricerca Google più appropriate. Tra l’altro, i dati disponibili ti mostreranno la posizione media e quindi i progressi nel posizionamento del sito, aiutandoti nell’ottimizzazione per gli utenti.

Oltre a ciò, gli strumenti per i Webmaster di Google servono per ottimizzare il sito per Google stesso, rendendolo più facilmente leggibile dal Motore di Ricerca, a tutto vantaggio del posizionamento.

Hai visto quanti sono i vantaggi nell’utilizzare gli strumenti per i Webmaster di Google?

Forse vuoi iniziare ad usare gli Strumenti Webmaster di Google perché sei deluso rispetto alle prestazioni del tuo sito che gestisci da solo ed hai compreso che il problema potrebbe risiedere proprio nell’assenza di SEO (Ottimizzazione sui Motori di Ricerca): hai dunque pensato di ottimizzare il sito per i Motori di ricerca e gli utenti, affinché possa essere facilmente reperito ed iniziare a generare contatti con i potenziali clienti…!
Se non disponi del tempo necessario per curare la SEO, sentiti libero di contattarmi (trovi informazioni, offerte e contatti sul mio sito Webmaster Roma).

Nel caso desideri diventare tu stesso il Webmaster del tuo sito e provvedere in prima persona ad ottimizzarlo (SEO), allora può esserti utile sapere come utilizzare gli strumenti per i Webmaster di Google.

Come iniziare ad utilizzare gli strumenti per i Webmaster di Google?

Il primo passo è la verifica della proprietà del sito.

  • Fatto il login, accedi agli strumenti per i Webmaster di Google Salvo alcuni casi in cui la verifica della proprietà può avvenire in automatico (Google Sites), devi sempre provare a Google la proprietà del tuo sito prima di avere accesso agli strumenti per i Webmaster; ciò in quanto Google vuole giustamente evitare di fornire dati riservati sul tuo sito a terzi non legittimati.
  • Una volta entrato sulla pagina degli Strumenti per i Webmaster di Google, incolla il link (http://iltuodominio.com) del tuo sito sull’apposito campo per la verifica proprietà e clicca sul bottone “aggiungi un sito“.
  • Ora visualizzerai le indicazioni provviste da Google. Prima di tutto, occorre che scarichi e salvi il file di verifica.
  • Fatto questo, il file va caricato nel tuo sito. A tal fine, accedi all’editor del tuo sito e cerca il file manager: qui, seleziona la funzione per caricare i file (“upload”) e carica il file di verifica salvato in precedenza (che dovresti ritrovare nella cartella “download” del tuo computer).
  • Se hai difficoltà a caricare il file di verifica, prova con il primo dei metodi alternativi, che consiste nell’inserire nella head del tuo sito un tag di verifica. Ottieni il TAG HTML di verifica da Google, vai sulla funzione per intervenire sulla head del tuo sito, copia e salva il codice di verifica nella head del sito (possibilmente alla fine della head e prima del body).
  • Il file o codice di verifica non va più rimosso dal sito, per far sì che la proprietà sia sempre verificata.
  • Ok, una volta caricato il file di verifica o inserito il tag di verifica, torna alla pagina di Verifica della proprietà su Strumenti Webmaster di Google e clicca sul bottone “verifica“. Dovresti visualizzare un messaggio di congratulazioni di Google per l’avvenuta verifica della proprietà. Se è così, congratulazioni! Ottimo lavoro!

Affrontare questi passaggi può non essere semplice quando si svolge normalmente un altro tipo di lavoro. Cimentarti come Webmaster del tuo sito può essere fruttuoso nell’ipotesi in cui tu intenda dedicarti con costanza e pazienza ad apprendere tutte le nozioni necessarie e nel caso tu possieda un sufficiente grado di abilità con il computer. Se invece ti senti più produttivo nel tuo lavoro, che magari non ha nulla a che spartire con il computer e che  forse stai cercando di promuovere con il tuo sito web, allora prova ad avvalerti di un Webmaster che si occupi di far funzionare la tua pubblicità sul web, così potrai dedicarti fruttuosamente a ciò che più ti appassiona. Con Webmaster Agapeuno Team sei garantito, perché il pagamento è previsto alla realizzazione degli step del progetto concordato.

Se questo articolo su “Strumenti Webmaster di Google e verifica proprietà del sito” ti è stato utile, segui Agapeuno Team sui Social, dai bottoni in alto a destra!

webmaster roma serp

Novità SEO: scomparse dai risultati di ricerca Google le foto degli Autori ed il conteggio delle cerchie Google

Una novità eclatante, oggetto in questi giorni di calde discussioni tra i SEO (Ottimizzatori di siti sui Motori di Ricerca): sono scomparse dai risultati di ricerca Google le foto degli Autori ed il conteggio delle cerchie Google Plus!

Fino a pochi giorni fa, alcuni tra i risultati di ricerca Google si contraddistinguevano perché corredati di foto dell’Autore e conteggio delle cerchie di Google in cui l’Autore stesso era inserito. La particolare visualizzazione sulle SERP (Pagine Risultati sui Motori di Ricerca) era riservata agli Autori verificati tramite il loro account Google Plus.

Ora invece, ferma restando la possibilità di verifica attraverso Google Plus circa l’authorship o paternità del sito, i risultati organici di ricerca sono composti solo di testo: sulle SERP, niente più foto degli Autori, né numero delle cerchie Google. Unica eccezione al momento per la quale siamo in grado di vedere la foto nella SERP (e non però il conteggio cerchie) sono i post pubblicati su Google+ da Autori presenti nelle nostre cerchie. La situazione attuale, in sintesi, è quella raffigurata nell’illustrazione qui sopra.

Ai fini dell’ottimizzazione sui motori (SEO) questa novità è potenzialmente dannosa, perché potrebbe sottrarre del traffico ai siti in precedenza corredati di foto Autore e conteggio cerchie elevato, in favore di altri risultati di ricerca che appaiono nella medesima pagina.

La novità per gli utenti è che ora bisogna accedere ai singoli siti della SERP al fine di scoprire di più sui loro Autori: non basterà, quindi, come in precedenza, scorrere la lista dei risultati.

Diciamoci con franchezza che, in qualità di utenti del web, era comodo digitare una query (frase chiave di ricerca) e scegliere istantaneamente quali risultati cliccare sulla base della foto e della popolarità dell’Autore in Google Plus…!
Il risultato di ricerca completo di foto ha un impatto maggiore e l’alto conteggio di cerchie Google trasmette un’idea lampo circa la popolarità dell’account dell’Autore.
Per di più, per un imprenditore online, comparire pubblicamente con la propria foto significa di fatto assumersi la responsabilità del proprio operato, per così dire… “metterci la faccia”! La presenza della foto è un dato che la dice lunga su trasparenza, affidabilità e regolarità del modus operandi dell’Autore di un sito aziendale o professionale.
Non che ci sia qualcosa di male a non pubblicare la propria foto sul sito, ma la foto è un particolare che fa la differenza per utenti e potenziali clienti. In internet, è reperibile con un click qualsiasi prodotto o servizio, ma il punto è che non si riesce altrettanto rapidamente ad appurare se il fornitore è affidabile.
Ebbene, ogni indicatore che Google ci fornisce in tal senso è prezioso. Così era per la foto dell’Autore e per il conteggio delle cerchie in Google Plus.
Chi è pronto a mostrare il proprio volto sul sito professionale ed è seguito da migliaia di persone su un Social importante come Google Plus (così come avviene per il sottoscritto!), dimostra quanto meno di essere una persona vera, identificabile e presente da tempo online con il proprio account Google.

Vediamo allora in cosa consiste il cambiamento appena introdotto da Google e indaghiamo sulla sua possibile motivazione.

Attualmente, i risultati di ricerca Google mostrano solo dati testuali, quindi niente foto. Ed è esclusa anche l’indicazione del numero di cerchie Google Plus. E’ sempre possibile verificare l’authorship del proprio sito tramite il proprio account Google Plus  il che attualmente può comportare la visualizzazione nelle SERP, accanto al titolo, di un suffisso con il nome dell’Azienda, per compensare in parte l’eventuale calo di traffico del sito dovuto alla scomparsa di foto e cerchie Google dalle SERP.

Le ragioni del cambiamento operato da Google sono così spiegate da John Mueller, Google Trends Analyst presso Google a Zurigo: “Abbiamo fatto un sacco di lavoro per ripulire il visual design dei nostri risultati di ricerca, in particolare creando una migliore esperienza mobile ed un design più armonico per i vari dispositivi. Come parte di ciò, stiamo semplificando il modo in cui l’autore viene visualizzata nei risultati di ricerca mobile e desktop, rimuovendo la foto del profilo e il conteggio cerchie. (I nostri esperimenti indicano che il comportamento di clic su questo nuovo design meno ingombrante è simile al precedente)”.
Ecco quindi svelata la ragione della scomparsa di foto e conteggi cerchie dalle SERP!

La soppressione di una risorsa così riuscita ed apprezzata è stata per lo più criticata dai SEO. La verità è che, alla motivazione ufficiale resa nota da Google, si aggiungono probabilmente più articolate e complesse questioni di carattere tecnico e di marketing: com’é noto, del resto, i motori di ricerca non lavorano per far acquisire traffico ai SEO!

Ed ora cosa accadrà? Forse un ripensamento di Google?

In ogni caso, i SEO in gamba si adeguano in fretta ai cambiamenti di regole, pertanto: caduta una strategia SEO se ne fa un’altra!  #Agapeunoteam è già pronta a sopperire alla scomparsa di foto e conteggio cerchie con mezzi diversi ed altrettanto validi per comunicare intuitivamente agli utenti la propria competenza ed affidabilità.

Spero che queste informazioni ti siano state utili. Seguimi sui Social (bottoni in alto a destra) per scoprire le evoluzioni sulla questione e tutte le novità SEO!

Webmaster SEO Roma

Suggerimenti SEO per aumentare il rendimento del sito web di una piccola impresa

La SEO (Search Engine Optimization o ottimizzazione per i motori ricerca) è la chiave per aumentare il rendimento di un sito web: la SEO agisce direttamente sui fattori che danno visibilità al sito web, portando popolarità alla piccola impresa che ne è titolare. Molti piccoli imprenditori sono personalmente alle prese con la gestione del loro sito web e desiderano aumentare il suo rendimento.

 

Come SEO (Search Engine Optimizer), mi trovo quotidianamente alle prese con gestione ed ottimizzazione di siti web. Ho pensato quindi di stilare una breve lista di suggerimenti per migliorare la SEO dei siti web delle piccole imprese. Il punto cruciale è focalizzare dove vadano concentrati i propri sforzi nella gestione di un sito, considerato che il tempo da dedicare è limitato e va riservato alle attività più produttive.

 

  1. Inserire contenuti di rilievo sul sito web

    Inserire contenuto originale, con informazioni, notizie utili ed approfondimenti relativi al settore produttivo del sito web, apporta un notevole valore aggiunto, contribuendo all’aumento del traffico sul sito e quindi all’incremento dei potenziali clienti.

    Gli utenti di internet in cerca di notizie ed informazioni, ma anche di prodotti e servizi, trovano più facilmente, tra i risultati di ricerca, i siti web provvisti di contenuto rilevante. I motori di ricerca classificano come rilevante, il contenuto originale, curato e più approfondito rispetto a quello dei siti concorrenti.

  2. Aggiornamento costante dei contenuti del sito web

    Se il contenuto di un sito web è stato inserito adeguatamente a suo tempo, ma non viene più aggiornato, sia gli utenti che i motori di ricerca tenderanno a perdere interesse verso quel sito, preferendo fonti di notizie più fresche e recenti. La frequenza e la regolarità degli aggiornamenti e miglioramenti apportati ad un sito web sono indice che l’attività promossa da quel sito è operativa e pronta a rispondere alle esigenze degli utenti e dei potenziali clienti.

  3. Conformità del sito web alle linee guida per i Webmaster dettate dai motori di ricerca

    Raggiungere posizioni elevate nei risultati di ricerca con l’utilizzo di espedienti è altamente sconsigliato. Difatti, i motori di ricerca aggiornano costantemente misure e regolamenti per fare in modo che i siti più visibili siano quelli di effettiva utilità agli utenti. Giocare pulito paga di più. Si pensi allo scambio di link, di cui si è molto parlato: ora le pagine piene di link esterni possono essere penalizzate. Per contro, chi ha lavorato sui contenuti ed ha ottenuto naturalmente notorietà, ha in mano un risultato concreto ed una rete di contatti basati sulla propria capacità professionale.

  4. Immagine web

    L’immagine web dell’azienda è sempre più importante, dato il crescente spazio destinato in quasi tutti i settori al mercato di internet.

    Curare la propria immagine professionale ed aziendale è molto importante. Cattivo indice sono i contenuti copiati, il design inflazionato, le foto generiche. Un punto a favore di un sito web è rappresentato dalle seguenti circostanze: l’autore si espone personalmente con foto, nome e cognome; vi è riscontro positivo nei Social media; il sito è ricco di informazioni e presenta foto professionali che descrivono in modo preciso e puntuale i prodotti offerti.

  5. Parole chiave negli URL del sito

    Per facilitare la classificazione dei contenuti e la loro ricerca da parte dei motori, è bene far sì che gli URL del sito siano informativi, contenendo parole chiave che ne descrivano sinteticamente il contenuto.

  6. Facilità di lettura

    Un sito web dovrebbe essere di facile lettura, grazie all’organizzazione logica della sua struttura, alla navigazione intuitiva, alla chiarezza dei titoli, al posizionamento in cima alla pagina dei contenuti e link più importanti e dei contatti, alla sufficiente spaziatura tra gli elementi della pagina, all’utilizzo di caratteri ben visibili su tutti i dispositivi.

    Con tali accorgimenti, l’utente trova più facilmente le informazioni ricercate e torna più volentieri a visitare il sito.

  7. Ottimizzazione per tablet e mobile

    Fondamentale l’ottimizzazione del sito web di modo che esso sia consultabile su tutti i dispositivi, visto che molti utenti non utilizzano il desktop, ma piuttosto il tablet o lo smartphone.

 

Semplicemente applicando questi suggerimenti SEO, già è possibile aumentare il rendimento del sito web di una piccola impresa.

 

Detto ciò, non va trascurato che il ritorno d’investimento proveniente da un sito professionale e di alto livello rende sempre preferibile incaricare un bravo Webmaster esperto in SEO e marketing, anche nei casi di budget limitato. Basta prendere accordi precisi prima di iniziare, adottando chiarezza e trasparenza.

 

Se sei titolare di una piccola impresa ed hai necessità di consulenza o collaborazione da parte di un Webmaster esperto in SEO e marketing, contattami al numero nell’illustrazione qui sopra e vedremo più approfonditamente come aumentare il rendimento del tuo sito web.