Archivi tag: incremento vendite

facebook annunci multi-prodotto

Come aumentare la visibilità del tuo sito web con Facebook e gli annunci multi-prodotto

Gli annunci multi-prodotto di Facebook sono una delle nuove opzioni utilizzabili per incrementare il traffico di un sito web. Facebook ha lanciato l’opzione degli annunci multi-prodotto nel 2014 e, per l’Europa, nel 2015.

Si tratta di annunci di Facebook a pagamento che si presentano come una vetrina di prodotti distinti, ognuno dotato della propria foto, descrizione e bottone per il click. Cliccando in corrispondenza di uno dei prodotti “in vetrina”, si atterra sul punto del sito dove poter acquistare il prodotto raffigurato. L’opzione dell’annuncio multi-prodotto è disponibile su Facebook, sia per desktop, che per dispositivi mobili.

La soluzione dell’annuncio multi-prodotto è stata ideata da Facebook per favorire la promozione delle vendite online. Pensiamo ad un negozio di abbigliamento, di scarpe o borse che voglia farsi pubblicità: esso potrà scegliere l’annuncio multi-prodotto Facebook, proponendo più articoli con relativo prezzo e descrizione, rimandando i potenziali interessati direttamente alla pagina acquisti. Gli annunci multi-prodotto, in sostanza, sono la “risposta” di Facebook a Google Shopping. Inoltre, l’annuncio multi-prodotto è stato pensato principalmente per il remarketing e quindi per essere visualizzato nelle news feed di Facebook (quegli annunci che appaiono nel profilo) da un pubblico selezionato di utenti che hanno già visitato il sito web da promuovere.
Ma c’è di più. Noi di #Agapeunoteam ci siamo documentati su come ottimizzare tale tipo di pubblicità, che è da molti raccomandata per incrementare il traffico sui siti web ed abbiamo scoperto dati interessanti:
1) l’annuncio multi-prodotto Facebook ha un raggio di applicazione inaspettatamente ampio;
2) esistono dei trucchi per massimizzare l’effetto dell’annuncio multi-prodotto.

Quanto al punto 1), ovvero il “raggio d’azione”, va detto che l’annuncio multi-prodotto si presta, oltre che ad usi classici (es. vetrina dei “prodotti più venduti“), anche ad usi atipici: c’é chi lo adotta per promuovere più pacchetti turistici (generando costruttive discussioni tra utenti, condivisioni e numerose richieste di informazioni sui pacchetti), per proporre più storie di clienti soddisfatti, oppure per rappresentare in modo graficamente distinto più vantaggi di uno stesso prodotto, per presentare diversi video o articoli, o addirittura per lanciare dei contest.

Quindi il formato dell’annuncio multi-prodotto è versatile e può essere usato praticamente da ogni tipo di Azienda, con un pò di creatività. Se foto, descrizioni e prezzi prescelti sono interessanti, questo tipo di annuncio risulta più coinvolgente, rispetto ad altri formati più statici.

E’ fondamentale creare un punto di atterraggio idoneo per ognuno dei prodotti, sul sito, in modo da avere più chances di convertire i click in acquisti. Meglio ricordare però che Facebook non è il luogo dove tipicamente si entra per fare acquisti online. E’ un punto di socializzazione e intrattenimento.
Non bisogna aspettarsi delle conversioni “facili” da queste campagne (altrimenti si rischia di rimanere delusi), quanto piuttosto l’occasione per sviluppare l’interazione con il proprio target market. Se c’é un’interazione con l’utente, è più probabile che avvenga il fatidico click sul bottone “Acquista ora”.
Le richieste di informazioni sul prodotto ricevute tramite i commenti sottostanti l’annuncio sono la migliore occasione per generare interesse diffuso verso il prodotto stesso: l’utente interessato, se adeguatamente seguito, può trasformarsi in cliente ed il suo commento può catturare l’attenzione di altri utenti; del resto, come si dice, “cliente porta cliente”.

Veniamo ora al punto 2): esiste un trucco per massimizzare il budget per questa particolare campagna?
Ebbene, nel configurare la campagna, è raccomandato selezionare come obiettivo i “click sul sito“. In tal modo, il pagamento sarà commisurato al traffico sul sito (numero di click), mentre l’amplificazione generata dall’annuncio (commenti, like e condivisioni) verrà a costituire una sorta di bonus.
Inoltre va ricordato che il Relevancy Score (punteggio assegnato agli annunci in base alla qualità) di Facebook abbassa il CPC (costo per click) all’aumentare del CTR (click through rate o tasso di click in rapporto alle visualizzazioni dell’annuncio). Quindi non vale la pena di avviare la campagna frettolosamente, ma occorre predisporre offerta, foto (e landing page) impeccabili.
Se vuoi predisporre una campagna multi-prodotto su Facebook, chiedi il supporto pubblicità con campagne Facebook e Adwords di Agapeuno Team

content marketing

Content Marketing o Marketing dei contenuti: una sofisticata tecnica di vendita

Il Content Marketing o “Marketing dei contenuti” è una strategia di marketing incentrata sull’elaborazione e pubblicazione di contenuti di valore. Si tratta di una tecnica di vendita sofisticata, poiché prevede lo sviluppo e gestione nel tempo di una rete di contenuti (notizie, informazioni, consigli di esperti, aggiornamenti normativi, reportage, interviste, tendenze di settore, ecc.), che l’Azienda adotta per sviluppare o potenziare il rapporto di fiducia ed interazione con i potenziali clienti, rendendoli più consapevoli e propensi all’acquisto dei propri prodotti o servizi.

I Consumatori sono ormai talmente assuefatti alla pubblicità tradizionale, che spesso la ignorano. La maggior parte dei Consumatori “chiude le orecchie” davanti al nostro spot televisivo o radiofonico, oppure si disinteressa del tutto dei nostri banner disseminati in internet? Abbiamo necessità ed interesse ad incrementare esponenzialmente le vendite nel tempo? E’ arrivato davvero il momento di elaborare una nuova strategia di marketing, proiettata nel futuro ed in grado di ottimizzare il budget aziendale riservato alla pubblicità. E questa nuova strategia dovrebbe includere il Content Marketing.

Il Marketing dei contenuti prevede la creazione di contenuti di rilievo, idonei ad acquisire come clienti un determinato target di utenti. Non si tratta di immettere una tantum una campagna sui Media. Il Content Marketing consiste, invece, in un processo continuo e consistente di produzione di contenuti rilevanti ed interessanti, volti ad informare il consumatore ed orientare il suo comportamento all’acquisto dei prodotti e servizi aziendali. Una volta che egli saprà quanto l’Azienda è competente e professionale, una volta che conoscerà i vantaggi offerti dai prodotti e servizi aziendali, la modifica del suo comportamento negli acquisti sarà una conseguenza naturale. Perciò, il Marketing dei contenuti dovrebbe essere integrato in ogni strategia di marketing aziendale.

In sostanza, il Marketing dei contenuti è l’arte di comunicare con clienti e potenziali clienti, senza richiedere loro di acquistare prodotti o servizi, bensì fornendo le informazioni necessarie ad un acquisto pienamente consapevole.

Il Content Marketing è una tecnica di promozione indiscutibilmente vincente, integrata nella strategia di marketing di molte grandi, medie e piccole Aziende. Anche diversi liberi professionisti scelgono di trarre vantaggio dal Content Marketing.

L’impresa o professionista che si renda fonte costante di preziose informazioni, tende effettivamente ad incrementare e fidelizzare la propria clientela.

Quel che contraddistingue il Marketing dei contenuti è proprio il valore dei contenuti stessi. L’invito puro e semplice ad acquistare può risultare indifferente o in certi casi addirittura fastidioso (si pensi agli odiosi banner che si aprono a prescindere dalla volontà dell’utente, così come alle email al limite dello spam…); l’autoreferenziarsi puro e semplice suscita spesso scetticismo (si pensi alle Aziende che, emerse dal nulla di punto in bianco, declamano la loro esperienza ventennale o trentennale).

Al contrario, la possibilità di ricevere gratis informazioni utili e redatte con cura, non solo è un bel biglietto di presentazione, ma è un vantaggio extra che può risultare facilmente gradito all’utente, anche quando egli non dovesse essere immediatamente interessato all’acquisto. Il fattore dell’interesse per notizie ed informazioni utili, apre una breccia nella corazza “anti-pubblicità” e “anti-spam” del potenziale cliente e rende possibile iniziare a costruire con lui un rapporto di conoscenza e fiducia. E’ comunque più probabile che una data esigenza, presto o tardi, faccia ingresso tra le priorità del consumatore, una volta che questi è al corrente di informazioni, benefici, normative, tendenze, ecc. E’ inoltre probabile che il consumatore si rivolga per l’acquisto ad un’Azienda che si è già dimostrata competente nel proprio settore, fornendo informazioni utili e valide.

Per tali motivi, il Content Marketing andrebbe integrato nelle tattiche di marketing aziendali. Vediamo degli esempi:

  • il marketing sui Social media può dare risonanza ai contenuti di rilievo creati ed utilizzarli per creare cerchie di interlocutori ed intrattenere relazioni con loro;
  • ai fini della SEO (ottimizzazione nei motori di ricerca) si può prevedere di inglobare i contenuti di valore all’interno del sito aziendale, per accrescerne l’autorevolezza;
  • nell’ambito di campagne pubblicitarie a pagamento come Adwords, Adwords Express, Bing. Facebook, Linkedyn, ecc., si possono riprendere i materiali di valore creati.

L’avanguardia del Marketing tende allo sviluppo di relazioni in internet, la cui base è conquistare la fiducia degli utenti.

Questo è possibile, con il Content Marketing o Marketing dei Contenuti!