Archivi tag: fotoritocco avanzato pelle

advanced skin photo retouching

Fotoritocco avanzato con Photoshop

Fotoritocco avanzato con Photoshop” è un argomento oggetto di crescente interesse (vedi anche fotoritocco avanzato della pelle).

Il fotoritocco avanzato con Photoshop permette di correggere le fotografie in modo professionale e di ricreare in via digitale una cute sana e levigata, nei ritratti e primi piani. Niente “effetto artefatto” con il fotoritocco avanzato di Photoshop, che consente di mantenere intatti colori, sfumature e texture naturali della pelle, cancellando i difetti e le imperfezioni, come macchie solari, rughe, nei, efelidi, acne, cicatrici, pori dilatati, occhiaie. Molto utile … considerato che il primo requisito di un buon fotoritocco è quello di non sembrare “finto” (proprio come dev’essere per un ritocco estetico, almeno secondo me!).

Come è possibile mantenere l’aspetto naturale della pelle, pur apportando delle correzioni piuttosto incisive? Ebbene, la tecnica di fotoritocco avanzato avviene previa separazione delle frequenze: quelle basse, relative al colore e quelle alte, relative alla texture. Grazie a tale espediente, è possibile intervenire isolatamente su ogni imperfezione, senza intaccare il resto. Prima si correggono i difetti che riguardano il colore (es. efelidi, macchie, rossore, nei, ecc.) e poi si interviene sulle imperfezioni relative alla texture della pelle (es. rughe, cicatrici, pori dilatati ecc.), oppure viceversa. A seconda della foto, può essere più opportuno partire dalle correzioni sulla texture o da quelle sul colore.
Faccio un esempio: con il cerotto o il timbro clone (tecniche di fotoritocco base), posso eliminare rossore, efelidi o macchie, ma così facendo agisco inevitabilmente anche sulla texture della pelle; per cui, se la foto è ad alta definizione e viene guardata in dettaglio, risulterà evidente che dopo la correzione i pori, così come le rughe di espressione e gli elementi relativi alla consistenza della pelle, sono stati alterati.  Esempio opposto: correggo le rughe, ma così facendo altero anche i colori originari. Questo problema è evidente soprattutto nelle foto ad alta definizione. Con il fotoritocco avanzato, posso cancellare separatamente i problemi che incidono sul piano del colore e quelli che invece riguardano la texture.

Nell’illustrazione qui sopra, ho applicato il fotoritocco avanzato con Photoshop per conferire alla pelle della ragazza un aspetto più sano ed omogeneo.

A questa correzione, ho abbinato altri piccoli interventi per dare un “effetto make up”.

Il risultato finale è gradevole e naturale.

Naturalmente il grado di correzione può essere determinato a proprio piacimento. In alcuni casi, è più opportuno “privilegiare la bellezza”, in altri invece, giova dare priorità alla riconoscibilità del soggetto, mantenendo visibili i difetti che fanno parte della sua identità.

Di seguito, illustro la tecnica di fotoritocco avanzato con Photoshop: se non hai esperienza con Photoshop, ti consiglio di non cimentarti in questi passaggi finché non avrai acquisito familiarità con le altre tecniche più semplici per la correzione della pelle.

Tecnica di Fotoritocco avanzato Photoshop CC

1- Aperta la foto da ritoccare, duplica due volte il relativo livello (finestra > livelli > click mouse destro sul livello della foto da ritoccare presente nel pannello strumenti a destra dello schermo  > duplica livello)
2- rinomina la prima copia del livello in “colore” (per rinominare, doppio click su nome livello)
3- rinomina la seconda copia del livello in “texture
4- seleziona il livello “colore” (seleziona strumento freccia nella barra a sx > clicca sul livello “colore” in modo da evidenziarlo)
5- vai in alto al menu Filtro > sfocatura > sfocatura superficie: accertati che la sfocatura sia media (adatta a coprire imperfezioni senza perdere tratti dell’immagine) > ok

6- per visualizzare solo il livello colore, clicca sull’icona occhio apposta su livello texture

7- ora click di nuovo su icona occhio livello texture, per far riapparire livello texture

8- adesso invece, seleziona livello texture

9- vai a menu Immagine > applica immagine > su tendina “livello” seleziona “colore” > su tendina “fusione” seleziona “sottrai” > su “scala” inserisci 2 > su “sposta” inserisci 128 > ok

10- nel pannello strumenti a destra, vai all’area “livelli” e apri il menu a tendina “normale” > seleziona luce lineare

11- adesso, seleziona il livello colore

12- seleziona il timbro clone nella barra degli strumenti a sinistra dello schermo (icona con timbro)

13- seleziona “campiona livello attuale” sul relativo menu a tendina in cima allo schermo

14- ingrandisci l’immagine per vedere le imperfezioni in dettaglio (ctrl+)

15- regola dimensione e pressione del pennello

16- centra con il mouse l’area subito adiacente a quella dell’imperfezione e campiona premendo alt > ora usa la porzione di tessuto “sano” clonata per ricoprire l’imperfezione

17- procedi campionando piccole aree adiacenti a quelle da correggere: questo ti consente di mantenere le giuste sfumature di colore

18- in alternativa al timbro clone, puoi usare il pennello correttivo, che funziona allo stesso modo (sempre campionando con tasto alt solo il livello attuale e scegliendo di volta in volta porzioni di cute immediatamente adiacenti, per mantenere le sfumature giuste)

19- come avrai notato, questa procedura agisce sul colore senza intaccare la consistenza della pelle (grazie al fatto che abbiamo separato le frequenze, potendo agire su alte frequenze e basse frequenze separatamente)

20- ora ripeti la stessa identica procedura ai punti 11 e 12, ma questa volta selezionando il livello texture

Importante: a seconda della foto, può essere conveniente invertire ed iniziare dal ritocco sul livello “texture”, anziché da quello “colore”; eventualmente, fai delle prove per vedere l’effetto; per tornare indietro ed annullare, vai su Modifica > indietro

Per controllare il risultato delle correzioni nel suo insieme, riduci l’immagine (ctrl-).

Prosegui con pazienza, fino ad eliminare tutte le imperfezioni: si tratta di un lavoro di precisione, che può richiede molto tempo e più tentativi per riuscire al meglio.

Puoi aggiungere ulteriori ritocchi alla foto, se vuoi. Io, nell’illustrazione in alto, ho aggiunto “make up digitale“.

Una volta soddisfatto del tuo fotoritocco avanzato con Photoshop, salva con nome.

 

Allora, com’é andata?!

Fammi sapere se hai ottenuto un buon risultato e se hai trovato difficoltà.

 

Se hai trovato interessante o utile questo articolo, segui Webmaster Agapeuno Team Roma ed esercitati ancora, per perfezionarti nel fotoritocco avanzato con Photoshop.

fotoritocco Photoshop

Valorizzare un primo piano con Photoshop

Il primo piano ha il potere di cogliere l’intensità di uno sguardo, espressioni tipiche e personalità del soggetto ritratto; ma l’obiettivo ravvicinato cattura impietosamente ogni minimo difetto del viso. Come valorizzare un primo piano?! Naturalmente, con Photoshop.

Ti svelo come ho valorizzato il primo piano in figura utilizzando Photoshop, nel caso tu abbia voglia di restaurare una tua foto ritratto, per poi magari incorniciarla o pubblicarla. Importante: se non sai già utilizzare Photoshop, non ti avventurare nell’esecuzione dei passaggi di seguito descritti prima di esserti esercitato con gli articoli precedenti di questo blog (nella colonna di destra, digita “Photoshop” nel campo “cerca” in modo da estrarre l’elenco degli articoli su Photoshop e fotoritocco).

Descrizione passaggi eseguiti per valorizzare il primo piano in figura con Photoshop CC

Questo è stato il passaggio fondamentale, che ha richiesto più tempo ed apportato maggiore beneficio alla foto. La necessità di modifiche ha interessato quasi unicamente la texture del viso (non tanto il colore, che era già piuttosto uniforme), sulla quale ho agito con il pennello correttivo. Il risultato è stato ottimo, poiché, dopo l’operazione di fotoritocco avanzato, la pelle è apparsa sana e levigata, mettendo in luce la bellezza dei lineamenti.

Ho quindi deciso di apportare delle rifiniture.

  • Per primo, lo sbiancamento denti
  • Poi, un leggero aumento di intensità del colore occhi
  • Infine, ho ridefinito l’attaccatura dei capelli con lo strumento timbro clone (icona del timbro, nella barra a sinistra; per clonare, ho inquadrato una piccola porzione di capelli e cliccato ALT; poi ho utilizzato lo strumento come un pennello, per rendere più omogenei i capelli della ragazza, che, all’attaccatura, apparivano un pò radi).

Per completare l’opera, ho ottimizzato la luce della foto, agendo sulle regolazioni (se il pannello delle regolazioni non ti appare nel pannello strumenti a destra, vai in alto su finestra > regolazioni)

  • ho migliorato luminosità / contrasto (nel pannello regolazioni a destra, clicca “icona con il sole” e regola i valori di luminosità e contrasto)
  • ho agito sui valori tonali (sempre nel pannello regolazioni, icona successiva a quella con il sole)
  • ho applicato un filtro fotografico freddo, per eliminare la luce giallastra che appariva sulla foto originale e dare maggiore freschezza all’immagine. Tu puoi scegliere il filtro che meglio si adatta alla tua foto. I filtri fotografici si trovano sempre nel pannello regolazioni. Basta cliccare “icona con la macchina fotografica” e scegliere il colore e gradazione del filtro tra quelle disponibili nel menu a tendina.

Cosa ne pensi del risultato? Il bel primo piano di GaborfromHungary mi sembra adeguatamente valorizzato.

La procedura varia a seconda della foto prescelta, non esiste una tecnica standard. In generale, per valorizzare un ritratto o un primo piano, è importante ottimizzare gli elementi esistenti, senza snaturarli.

Se hai dubbi, necessità o vuoi farmi avere un feedback, scrivi ad Agapeuno Team.

Seguici sui Social per restare aggiornato: sulla pagina Facebook di Webmaster Agapeuno Team postiamo tutti i nuovi articoli!

Spero ti sia piaciuta la descrizione della mia tecnica per valorizzare un primo piano con Photoshop!

Fotoritocco avanzato pelle Photoshop

Fotoritocco avanzato della pelle, con Photoshop e separazione frequenze

Il fotoritocco avanzato della pelle con Photoshop è una tecnica preziosa, che consente di eliminare rughe, macchie, acne, cicatrici, pori dilatati, borse sotto gli occhi ed ogni altra imperfezione cutanea, senza alterare colori, sfumature e texture naturali della pelle.

In altri termini, possiamo avvalerci di Photoshop per cancellare i difetti cutanei, lasciando visibili consistenza, luminosità ed aspetto naturale della pelle, proprio come se guardassimo il soggetto ad occhio nudo, potendone distinguere persino i pori!

Il metodo di fotoritocco che ora vedremo è quindi ideale per elaborare primi piani, ritratti, foto ad alta risoluzione e lavori professionali, dove la cute del soggetto ritratto è “sotto esame” e dev’essere impeccabile fin nei dettagli.

Il segreto del fotoritocco avanzato della pelle sta nella separazione delle frequenze: lavorando separatamente su alte frequenze (imperfezioni nella texture cutanea, come rughe, cicatrici, pori dilatati) e basse frequenze (luce, colore, ombre), potremo intervenire in modo circoscritto sulle singole imperfezioni, senza intaccare nessun altro elemento al di fuori di esse.

Come si vede dall’illustrazione qui sopra, con Photoshop possiamo attenuare o eliminare irregolarità nella pigmentazione della pelle, rughe di espressione e persino intervenire sui pori dilatati, conferendo alla pelle un aspetto più omogeneo, sano e levigato. Colori, sfumature, consistenza sono inalterate ed il risultato non appare per nulla artefatto.

Possiamo scegliere di graduare l’operazione, attenuando semplicemente, oppure annullando totalmente le varie imperfezioni cutanee.

Ora, non resta che illustrare il procedimento di fotoritocco in Photoshop per ottenere una pelle perfetta nelle foto: lo spiegherò in modo semplice, ma, trattandosi di una tecnica avanzata, che presuppone una certa dimestichezza con PS, ti consiglio di provarla solo se hai già eseguito con successo varie altre esercitazioni di Photoshop. Se così non fosse, vai a “scegli argomento” nella colonna qui a destra, clicca su “Photoshop” e scegli nell’elenco degli articoli disponibili quello che preferisci, provando ad eseguire i passaggi descritti. Quando ti sentirai padrone delle tecniche più semplici, torna qui e prova ad eseguire il fotoritocco avanzato.

Passaggi per esercitazione fotoritocco avanzato della pelle con Photoshop CC

  1. Apri foto da ritoccare e duplica 2 volte il relativo livello (click destro su livello > duplica livello)
  2. rinomina livello “sfondo copia” in “colore” (per rinominare, doppio click su nome livello)
  3. rinomina livello “sfondo copia 2” in “texture
  4. seleziona livello colore
  5. vai in alto a menu Filtro > sfocatura > sfocatura superficie ed accertati che la sfocatura sia media (adatta a coprire imperfezioni senza perdere tratti dell’immagine) > ok
  6. per visualizzare solo il livello colore, clicca sull’icona occhio apposta su livello texture
  7. ora click di nuovo su icona occhio livello texture, per far riapparire livello texture
  8. ora invece, seleziona livello texture
  9. vai a menu Immagine > applica immagine > su tendina livello seleziona “colore” > su tendina fusione seleziona “sottrai” > su “scala” inserisci 2 > su “sposta” inserisci 128 > ok
  10. nel pannello strumenti a destra, vai a “livelli” e clicca su tasto “normale” (si trova sopra ai livelli) > nel menu seleziona luce lineare
  11. adesso seleziona nuovamente livello colore
  12. seleziona timbro clone nella barra strumenti a sinistra (icona timbro)
  13. seleziona “campiona livello attuale” su menu a tendina in cima allo schermo
  14. ingrandisci immagine per vedere le imperfezioni in dettaglio, premendo contemporaneamente Ctrl e tasto “+”
  15. regola dimensione e pressione pennello
  16. centra con il mouse la zona adiacente a quella dell’imperfezione e campiona premendo alt > ora usa la porzione di tessuto “sano” clonata per ricoprire l’imperfezione
  17. procedi campionando piccole aree adiacenti a quelle da correggere, per preservare le sfumature
  18. in alternativa al timbro clone, puoi usare il pennello correttivo, che comunque funziona sempre campionando con tasto alt e necessita degli stessi accorgimenti (campionare solo livello attuale e scegliere di volta in volta porzioni di cute immediatamente adiacenti, rispettando le sfumature)
  19. come avrai notato, questo lavoro agisce sul colore senza intaccare la consistenza della pelle, che abbiamo separato
  20. ora ripeti la stessa identica procedura ai punti 11 e 12, ma questa volta selezionando il livello texture
  21. attenzione: a seconda della foto, può essere conveniente invertire ed iniziare dal ritocco sul livello “texture”, anziché da quello “colore”; eventualmente, fai delle prove per vedere l’effetto; per tornare indietro ed annullare, vai su Modifica > indietro
  22. per controllare il risultato delle correzioni nel suo insieme, riduci l’immagine alla dimensione originaria premendo contemporaneamente i tasti Ctrl e “-”
  23. prosegui con pazienza, finché non avrai eliminato tutte le imperfezioni; sappi che non è un lavoro veloce, bensì di precisione, quindi non demoralizzarti se all’inizio dovrai fare più tentativi
  24. una volta soddisfatto, salva con nome

 

Allora, cosa ne pensi?!

Sei riuscito ad eseguire l’esercitazione e sei soddisfatto del risultato? Ti serve aiuto? Non hai ancora Photoshop, ma ti serve un fotoritocco urgente? Contattami e fammi sapere!

In ogni caso, ti aspetto sui Social insieme a Webmaster Agapeuno Team Roma e spero ti sia piaciuto questo articolo sul fotoritocco avanzato della pelle con Photoshop CC.