Archivi tag: esercitazione Photoshop

Photoshop e filtro radiale in Camera Raw

Soggetto in evidenza, con Photoshop e filtro radiale in Camera Raw

Vuoi porre in evidenza il soggetto che hai ritratto in foto?

Ti consiglio di provare un metodo semplice ma di grande effetto, che “accende i riflettori” ed attrae efficacemente l’attenzione degli osservatori sull’elemento principale della tua foto: il filtro radiale in Camera Raw di Photoshop.

Normalmente, i filtri fotografici, così come Camera Raw di Photoshop, estendono il loro effetto su tutta la foto, modificandola nella sua interezza. Invece, il filtro radiale in Camera Raw di Photoshop CC si applica su una parte sola dell’immagine, della quale puoi determinare tu liberamente parte e dimensione. Il filtro radiale di Photoshop realizza un effetto sfumato, in modo da risultare del tutto naturale e sei tu stesso a poter regolare e determinare l’intensità della sfumatura.

Nell’illustrazione in alto, ho applicato il filtro radiale in Camera Raw di Photoshop sul paesaggio centrale, oscurando il fogliame attorno. Confronta l’immagine a sinistra (originaria) con quella a destra (con filtro radiale in Camera Raw di Photoshop) e noterai immediatamente come l’applicazione del filtro radiale sia in grado di cambiare radicalmente la percezione dell’immagine.

La mia idea, nello scattare la foto, era quella di “incorniciare” il paesaggio con le foglie degli alberi, attraverso le quali lo stavo inquadrando. L’effetto nella foto originale, però, era molto distante dalla mia idea, perché la brutta rete verde campeggiava in primo piano, distogliendo l’attenzione dell’osservatore e le foglie intorno erano troppo luminose per lasciar campeggiare lo scorcio centrale.

Allora ho deciso di usare il filtro radiale in Camera Raw di Photoshop, per sfruttare a mio vantaggio gli elementi disturbatori: grazie al filtro, i difetti si sono tramutati in pregi contribuendo a dare risalto al paesaggio e a conferire un carattere quasi misterioso alla foto: l’ombra che avvolge il fogliame intorno, sembra suggerire la presenza dell’occhio dietro l’obiettivo, che osserva il luminoso scorcio campestre da un punto buio e nascosto!

La stessa tecnica si può utilizzare in molti modi diversi; ad esempio, per creare l’effetto “riflettore” su un soggetto umano, oppure, per creare su di un paesaggio delle sfumature radiali colorate, che dal centro si diramano gradatamente verso i bordi della foto o viceversa.

Una volta appresa la semplice tecnica, potrai fare alcune prove ed imparare in pochi minuti a regolare tutte le funzioni del filtro radiale in Camera Raw.

Esercitazione su come utilizzare il filtro radiale in Camera Raw di Photoshop.

1. Apri e duplica la foto (click mouse destro su livello e duplica livello).

2. Menu filtro (in alto) > filtro camera Raw > clicca su icona filtro radiale (in alto).

3. Disegna il filtro con il mouse e regola a tuo piacimento posizione, dimensione e inclinazione dell’ellisse che rappresenta il filtro radiale (per spostare: mouse sinistro sull’ellisse e trascina – per ridimensionare, trascina i quadratini sui bordi dell’ellisse – per inclinare, vai col mouse accanto ai quadratini fino a vedere comparire la doppia freccia apposita per inclinare ed utilizzala con il mouse sinistro).

4. Grazie ai cursori nel menu a destra puoi regolare a tuo piacimento anche temperatura, tinta, esposizione, contrasto, luci, ombre, chiarezza, saturazione ecc. e persino la sfumatura del filtro.

5. Ecco fatto! Raggiunto l’effetto desiderato, non ti resta che cliccare OK e salvare nel formato preferito.

Semplice no?!

Se ti è piaciuto questo articolo, perché non supportare #Agapeunoteam con un like su Facebook e/o un più su Google+ e/o una richiesta di amicizia su Linkedin e/o follow su Twitter? Per chi come Agapeuno Team condivide gratis le notizie su internet, questo è l’incentivo migliore a proseguire nel fornire agli utenti tante informazioni nuove ed utili.

Al prossimo articolo e… mi raccomando, nel frattempo, trasforma anche tu una tua foto in un  piccolo “capolavoro” con Photoshop ed il filtro radiale in Camera Raw!

cambio colore oggetto con Photoshop

Tre diverse tecniche per cambiare colore ad un oggetto in una foto senza alterare lo sfondo

Cambiare colore ad un oggetto isolato in una foto, lasciando inalterato lo sfondo, è possibile con Photoshop, utilizzando diverse tecniche.
Sapere come cambiare colore ad un oggetto in una foto può economizzarne e velocizzarne la presentazione sul web o su di un catalogo. Ad esempio, posso mostrare una vettura nei diversi colori disponibili elaborando con Photoshop una foto che la ritrae in un solo colore, come nell’illustrazione qui sopra.

Lo stesso può applicarsi per ogni genere di articolo da esporre e vendere online.

Con Photoshop CC, esistono tecniche diverse per modificare il colore di un oggetto lasciando inalterati i colori dello sfondo. Ti propongo un’esercitazione Photoshop con tre diverse tecniche per cambiare colore ad un oggetto isolato lasciando inalterato lo sfondo: la prima più semplice e veloce, la seconda più precisa, la terza più elaborata ma soddisfacente anche nei casi complessi. Di certo tra di esse troverai la tecnica che fa al caso tuo!

Esercitazione Photoshop CC: cambiare colore ad un oggetto isolato lasciando inalterato lo sfondo

a) Fase di preparazione
Se non hai Photoshop, puoi fare download in prova gratuita valida 30 giorni dal sito ufficiale Adobe: http://www.adobe.com/it/products/photoshop.html
Avviato Photoshop, apri la foto con l’oggetto a cui vuoi cambiare colore.

b) Fase cambiamento colore all’oggetto in questione (prova le tre tecniche e poi scegli la tua preferita)

Tecnica n. 1 – Selezione dell’oggetto sulla base del suo colore + cambio colore

Per cambiare colore ad un oggetto isolato sulla foto (ad esempio, nell’immagine in alto, ho cambiato colore alla sola carrozzeria delle auto) con Photoshop, seleziona Finestra > Regolazioni > Tonalità / Saturazione.
Se la voce “Regolazioni” è già spuntata sul menu “Finestra”, allora la funzione “Tonalità / Saturazione” comparirà tra le icone sul menu a destra dello schermo. In Photoshop CC, la funzione è contraddistinta da un rettangolino con la fascia superiore a righe.
Su Tonalità / Saturazione, apri il secondo menu a tendina (“Composita”) e scegli la fascia di tonalità sulla quale vuoi intervenire (Rossi, Gialli, Verdi, Cyan, Blu o Magenta). Io ho selezionato “Rossi” nella tendina, poiché dovevo agire in modo mirato sulle aree rosse della carrozzeria delle auto per mutarne il colore, lasciando invariato tutto il resto. Infine, salva con nome.
Il pregio della suddetta tecnica è quello di risultare molto veloce da eseguire; quindi nei casi più semplici possiamo utilizzarla con successo; l’inconveniente, invece, è che non si adatta ad ogni situazione, poiché potrebbero risultare modificate anche aree diverse da quella desiderata o, viceversa, l’oggetto potrebbe rimanere in parte del colore originario.
Nell’illustrazione di esempio, la tecnica del cambio tonalità non è stata sufficiente perché in partenza la carrozzeria delle due auto era uguale (rossa) ma io volevo renderle diverse l’una dall’altra, come poi ho fatto grazie alla tecnica n. 3.

Tecnica n. 2 – Selezione dell’oggetto sulla base del suo colore + aggiunte manuali + cambio colore

La seguente tecnica Photoshop è più precisa rispetto alla precedente perché consente di includere manualmente delle aree aggiuntive alla parte selezionata sulla base del colore.
Nascondi il livello Tonalità / Saturazione in precedenza ottenuto (cliccando sull’icona occhio vicino al livello) e clicca sul livello corrispondente all’immagine su cui vuoi lavorare.
Nel menu in alto, Selezione > Intervallo colori > nel menu a tendina “Seleziona” scegli “Colori campionati” > regola il cursore “Tolleranza” in modo che nell’anteprima sia evidenziata la maschera isolata sull’area da colorare (nel mio caso, l’ho regolata a 40); se alcuni punti da colorare non sono compresi nella maschera, puoi includerli manualmente, cliccando il tasto “Shift” e contemporaneamente trascinando il mouse sulle aree da includere nella maschera di selezione.
Infine, scegli Tonalità / Saturazione e regola il relativo cursore per cambiare colore all’oggetto da te selezionato. Salva con nome.

Tecnica n. 3 – Selezione manuale dell’oggetto + cambio colore

La tecnica Photoshop che segue è quella che ho adottato per l’illustrazione sopra, in quanto assicura un buon risultato e rende possibile colorare in modo diverso oggetti dello stesso colore, cosa non possibile con le altre due tecniche. (Ho colorato in modo diverso tra loro le auto originarie, che erano entrambe rosse).

Nascondi il livello “Tonalità / Saturazione” in precedenza ottenuto (cliccando sull’icona occhio vicino al livello) e clicca sul livello corrispondente all’immagine su cui desideri lavorare.
Scegli lo strumento “Selezione rapida” nella barra a sinistra dello schermo. Regola la dimensione dello strumento selezione rapida con il menu a tendina in alto. Usa lo strumento selezione rapida come un pennello, passando sopra l’oggetto per selezionarlo. Per selezionare con maggiore accuratezza, regola successivamente lo strumento selezione rapida ad una dimensione inferiore e rifinisci i bordi includendo eventuali piccole aree rimaste fuori dalla selezione. Viceversa, per escludere aree erroneamente selezionate, usa lo stesso strumento, ma cliccando contemporaneamente il tasto alt.
Una volta selezionata l’area da colorare, scegli Tonalità / Saturazione e cambia col cursore il colore dell’oggetto da te selezionato.

Ora sai come modificare con Photoshop il colore di un oggetto isolato in una foto: non è difficile! Se hai problemi, contattami su Facebook alla pagina Webmaster Agapeuno Team o tramite i recapiti sul sito #Agapeunoteam.
Se ti è stato utile l’articolo e vuoi rimanere aggiornato, segui Agapeuno Team sui Social Media, tramite i bottoni facebook, LinkedIn, Google Plus e Twitter in alto a destra.

Buon divertimento con Photoshop e le tecniche per ottenere tante varianti cromatiche da un unico oggetto lasciando invariato lo sfondo!