Archivi tag: come correggere landing page

errore corrispondenza messaggio

Come correggere un errore comune sulla landing page

Come correggere un errore comune sulla landing page: oggi parliamo del problema della “corrispondenza del messaggio“.
Scopriremo uno strano trucco per migliorare la landing page, spesso sottovalutato o neppure considerato, ma che può fare la differenza.

Troppo spesso le landing page o pagine di atterraggio assomigliano ad un… “negozio di automobili che commercia nel settore alimentare“.

Diciamo che vuoi girare per la città ed hai bisogno di acquistare una vettura.
Lasci l’ufficio per fare una passeggiata lungo la strada, per trovare un posto dove visionare l’automobile con determinate caratteristiche e prezzi, per valutare quale acquistare.
Ne trovi uno, ma non appena all’interno, hai una sorpresa:
vieni “aggredito” dall’odore di peperoni e pasta al pesto.
Si scopre che il negozio, pubblicizzato come un concessionario di automobili dall’esterno,
è una trattoria all’interno.

Non ha senso, non è vero? Deluso, esci per andare trovare qualcos’altro.
E probabilmente ricorderai il nome del concessionario semplicemente per evitare in futuro di entrare…

Potrebbe sembrare un discorso banale, eppure questo è un post sulle landing page.
La storia di cui sopra, infatti, potrebbe non aver molto senso per un occhio poco allenato alle esigenze del web e si potrebbe essere confusi sul motivo per cui ho scritto un articolo che si presta maggiormente ad essere letto come un racconto goliardico.
Ma la verità è che è molto simile a un enorme problema diffuso, che vedo spesso
quando si tratta di pagine di marketing e di atterraggio online.

Questo problema della pagina di atterraggio è in grado di devastare le tue campagne pay per click il che non ti aiuta di certo a risolvere il problema di aumentare il ROI (= ritorno d’investimento o return of investment).

Cerchiamo di capire.

Il problema della maggior parte delle landing page, è simile a quello della mia storia: il negozio è pubblicizzato come una cosa, mentre all’interno è qualcosa di completamente diverso.
Quindi, come correggere questo errore comune sulla landing page?

Diamo un’occhiata al tuo marketing online.

Pianifichi gli annunci di Facebook, Google AdWords, ADS di Bing e, perché no, anche altri tipi di annunci pay-per-click?
Gli annunci avranno quasi certamente un titolo studiato per catturare l’attenzione dell’utente,
il testo, che dovrebbe fornisce più dettagli sull’offerta e poi magari una piccola immagine, per completare il tutto.

Ora, cosa succede quando qualcuno fa clic sul tuo annuncio?
Viene reindirizzato a una pagina di destinazione, che non deve essere, ovviamente, la home page, pena la certezza di dilapidare il budget previsto!
(Se dal tuo annuncio si va alla home page, stai sprecando soldi. Spiegherò il perché in un altro post).

La domanda che bisogna porsi è: la pagina di destinazione è coerente con il tuo annuncio?
L’annuncio ha un’offerta, un certo messaggio che trasmette: chi clicca sul tuo annuncio trova lo stesso contenuto, una volta atterrato sulla tua pagina di destinazione?
Nei casi che ho visto sinora, direi proprio di no.

Si tratta di un evidente “problema di corrispondenza del messaggio”.
Si verifica quando l’annuncio non corrisponde esattamente con l’offerta sulla pagina di destinazione.

La corrispondenza del messaggio si riferisce alle parti testuali, ai contenuti e all’offerta dell’annuncio.
Se il testo di un annuncio e-commerce promuove un evento di vendite, ma quando si fa clic, si va ad atterrare su una pagina di destinazione che promuove un nuovo prodotto, mi pongo una domanda: <dov’è la vendita?> Si tratta di una mancata corrispondenza totale in termini di messaggio che viene trasmesso.
E’ probabile che la maggior parte delle persone che hanno cliccato sull’annuncio
lo abbiano fatto a causa della vendita pubblicizzata, ma se arrivati alla destinazione non vedono nulla che menziona la vendita, o peggio ancora visualizzano una vendita differente da quella desiderata, se ne vanno.

problema di corrispondenza

Problema di corrispondenza tra annuncio e Landing page

Ecco un esempio di campagna display che presenta un problema di corrispondenza del messaggio.
Il messaggio e la formulazione utilizzata all’interno del banner è completamente assente
sulla pagina di destinazione e l’aspetto neppure corrisponde. Se sul banner si fa riferimento ai saldi, nella pagina di atterraggio non si può assolutamente deludere gli utenti non presentando l’avviso dei saldi. E lo stesso vale per ogni tipo di offerta presentata nell’annuncio, che non può mancare nella pagina di destinazione e dev’essere evidente appena si apre la pagina.

Il problema “corrispondenza visiva” è molto simile, ma anziché essere sbagliata la parte testuale, è l’aspetto visivo ad essere completamente errato.
Immagina di vedere uno splendido banner dal design pulito, di aspetto moderno: cliccando su di esso, ottieni di essere reindirizzato a una pagina web caotica, con colori e design antiquato, in stile e completamente diverso rispetto a quello del banner. Devo dirlo?… è probabile che gli utenti lascino la pagina.

Questo è anche uno dei motivi per cui non si dovrebbe mai reindirizzare i clic degli annunci
alla home page.
E’ improbabile che il messaggio e l’aspetto grafico sia lo stesso, dal momento che le home page non può essere personalizzata e ottimizzata per ogni variazione dell’ annuncio specifico che si vuole evidenziare.
Inoltre, il monitoraggio dei risultati è più difficile, in quanto anche l’URL della home page è sempre lo stesso.

Se si intende proporre un nuovo annuncio, ad esempio, è meglio creare una nuova pagina
piuttosto che affidarsi alla home page, o ad una pagina già utilizzata per un differente articolo…!

Il problema di corrispondenza del messaggio è più frequente.
Ma non importa quale dei 2 errori stia causando problemi; tali discordanze si traducono inevitabilmente in una bassa percentuale di permanenza sulla pagina, in clic sprecati (eppure si sta pagando per i clic sugli annunci), in alti costi di acquisizione di nuovi clienti, e ovviamente, in un tasso di conversione estremamente basso.

Se questa è la tua situazione, stai buttando i soldi dalla finestra per non ottenere niente.

corrispondenza annuncio e landing page

corrispondenza annuncio e landing page

Ecco invece l’esempio di un lavoro ben fatto.
Corrispondenza del messaggio e corrispondenza visiva sono entrambe presenti!
L’annuncio deve essere uguale alla landing page, sia nel testo sia nelle immagini.
Se si tratta di un annuncio di testo, il titolo e il sottotitolo della pubblicità devono essere richiamati nella pagina di destinazione.
Nell’esempio, si è mantenuto coerente l’annuncio con la pagina di destinazione.
L’offerta rimane la stessa e tutti sono soddisfatti: il negozio ottiene un buon ROI e quindi riesce a massimizzare il fatturato limitando la spesa; l’acquirente ottiene le notizie cercate ed è contento di spendere il dovuto senza perdere tempo prezioso.

Per quanto riguarda aspetto e sensazione evocata, si è centrato anche qui l’obiettivo:
lo stesso sfondo, i colori e la formattazione sono stati utilizzati sia all’interno del banner
che sulla pagina web.

Questo è esattamente l’obiettivo da perseguire.

Come evitare problemi di corrispondenza testuale e visiva?
Abbinare messaggio ed aspetto grafico evitando problemi è più facile di quanto si potrebbe pensare!
Il concetto è piuttosto semplice: l’annuncio dovrebbe apparire e trasmettere sensazioni uguali alla pagina di destinazione e il messaggio dell’ offerta dovrebbe essere lo stesso.
Semplice, non trovi?

Ora, il modo migliore per ottenere una perfetta corrispondenza visiva e del messaggio
è semplicemente quello di creare una pagina di destinazione specifica
per ogni variante dei tuoi annunci.

Le varianti della landing page non devono essere ricreate dal nulla: basta duplicare la pagina esistente cambiando il titolo e poche righe di testo, in modo che corrisponda all’annuncio. Quando si tratta di annunci di testo (come ads di Bing o Google Adwords rete di ricerca), questo sarà sufficiente. In caso di pubblicità display, invece, sarà necessario coordinare anche la grafica.

Se ti occupi da solo di costruire le tue landing page, queste operazioni potranno richiedere un pò di tempo. Se stai pagando qualcun altro per farlo, potrebbe costare qualcosa di più;
tuttavia, in questo ultimo caso, soprattutto se ti sarai affidato a Webmaster Roma Agapeuno Team, il risultato netto che otterrai sarà sicuramente un enorme aumento di conversioni.

Ecco quindi come correggere un errore comune sulla landing page, grazie ad una consulenza poco costosa offerta da uno dei migliori webmaster di Roma.